Coronavirus. Olimpiadi di Tokio rinviate: dal 23/7 al 8/8 del 2021. Calcio, rinviate tutte le partite delle squadre nazionali. Tennis: Wimbledon cancellato

Coronavirus. Olimpiadi di Tokio rinviate: dal 23/7 al 8/8 del 2021. Calcio, rinviate tutte le partite delle squadre nazionali. Tennis: Wimbledon cancellato

Le Olimpiadi estive di Tokyo, originariamente in programma dalla fine di luglio di quest’anno, si terranno invece dal 23 luglio all’8 agosto 2021. L’ipotesi di tenere l’evento nella primavera 2021 per fattori climatici è stata scartata, preferendo invece un’opzione che dovrebbe consentire di ricalcare il più possibile il calendario che era stato stabilito per quest’anno, e di massimizzare spettatori e volontari disponibili. Lo hanno annunciato gli organizzatori dell’evento, dopo la decisione senza precedenti di rinviare i Giochi assunta la scorsa settimana, in risposta alla pandemia di coronavirus. I Giochi paralimpici si terranno dal 24 agosto al 5 settembre 2021.

Calcio. Tutte le partite delle squadre nazionali maschili e femminili che si giocheranno nel giugno 2020 sono state rinviate a ulteriore comunicazione. Ciò include gli spareggi per Euro 2020 e le partite di qualificazione per il campionato europeo femminile 2021. Tutte le altre partite delle competizioni Uefa, comprese le partite amichevoli internazionali centralizzate, restano rinviate fino a nuovo avviso. Queste alcune delle decisioni prese dopo l’incontro tra la Uefa e i segretari generali delle 55 federazioni affiliate alla Uefa. Queste le altre decisioni: il torneo finale del Campionato Europeo Under 17 previsto per maggio 2020 è annullato così come la fase finale del campionato europeo femminile Under 19 in programma per luglio 2020; la fase finale del campionato europeo femminile Under 17 prevista per maggio 2020, è rinviata fino a nuovo avviso (in quanto si tratta di una competizione di qualificazione per la Coppa del Mondo femminile U-17 della FIFA) così come è stato rinviato il torneo finale del Campionato Europeo Under 19 Uefa in programma per luglio 2020 fino a nuovo avviso (in quanto si tratta di una competizione di qualificazione per la Coppa del Mondo U20 della FIFA). Le finali di Uefa Futsal Champions League in programma per aprile 2020 sono posticipate fino a nuova data.Le scadenze relative a tutte le competizioni Uefa per club 2020/21 sono rinviate a ulteriore comunicazione, in particolare per quanto riguarda la procedura di ammissione e la registrazione dei giocatori. La Uefa fisserà nuove scadenze a tempo debito.

Wimbledon, anche l’antico tempio del tennis deve abdicare. L’emergenza coronavirus spodesta il re dei tornei e ne segna la storia. Solo le due guerre mondiali avevano fermato Wimbledon, ufficialmente cancellato dagli organizzatori: l’edizione 2020, la numero 134, non si farà. L’inizio era previsto per il 29 giugno e a dare la notizia è stato lo stesso All England Lawn Tennis Club, che si è inchinato davanti all’evidenza riconoscendo che non c’erano soluzioni alternative. Per quest’anno si abbassa il sipario dunque sul torneo che ha scritto le epoche, segno dei tempi e della crisi che ha stravolto e cancellato anche gli appuntamenti più consolidati e tradizionali. “Abbiamo pensato soprattutto alla salute e alla sicurezza di tutti coloro che partecipano a Wimbledon: dal pubblico britannico ai visitatori da tutto il mondo, dai giocatori agli ospiti, al personale, ai volontari, ai partner e ai residenti locali”, è quanto si legge in una nota sul sito ufficiale del torneo. Lo stesso presidente Ian Hewitt, presidente dell’Aeltc, l’All England Club, è stato chiaro sulle motivazioni che hanno portato alla sofferta decisione: “Non l’abbiamo presa alla leggera ma in seguito ad una attenta e approfondita considerazione di tutti gli scenari. Riteniamo che sia giusto annullare i Championships quest’anno per concentrarci su come possiamo utilizzare le nostre risorse per aiutare le nostre comunità locali e non solo. Abbiamo pensato che The Championships è stata interrotta solo nel corso dei conflitti mondiali ma alla fine è la decisione giusta. I nostri pensieri sono rivolti a tutti coloro che sono stati e continuano a essere influenzati da questi tempi senza precedenti”. Durante la Grande Guerra saltarono quattro edizioni, dal 1915 al 1918. Sei invece quelle cancellate a causa della Seconda Guerra mondiale, dal 1940 al 1945. Dal 1946 in avanti non si erano mai fermati e dall’anno della nascita, il lontano 1877, i Championships non si giocheranno per l’undicesima volta.

Share