Nuovo tragico incidente sul lavoro a Salgareda nel trevigiano. Operaio specializzato muore schiacciato da una pressa

Nuovo tragico incidente sul lavoro a Salgareda nel trevigiano. Operaio specializzato muore schiacciato da una pressa

È morto schiacciato da un braccio automatico, l’operaio 44enne della 3B di Salgareda, nel trevigiano, che lascia moglie e 3 figli di 17, 14 e 2 anni. La vittima era un operaio specializzato e non alle prime armi. Non doveva trovarsi lì. La macchina era semiautomatica e non avrebbe dovuto essere in attività: “Non è stata una fatalità”, denunciano però i sindacati, che si sono immediatamente mobilitati, non solo nell’azienda dove è avvenuto il gravissimo incidente, ma anche in altre aziende del comprensorio, per far sentire la loro solidarietà e soprattutto la richiesta di più sicurezza nelle aziende che hanno impianti complessi e pericolosi.

I vertici aziendali della 3B, in segno di lutto, in accordo con le Rsu e le organizzazioni sindacali hanno interrotto le attività. Non è la prima volta che l’azienda trevigiana finisce sulle cronache per un incidente sul lavoro. Nel settembre di 11 anni fa, e con una dinamica simile, era deceduta un’operaia veneziana interinale di 21 anni, si chiamava Jasmine Marchese.

L’azienda ha assicurato la massima collaborazione agli organi ispettivi e alla Magistratura per accertare le cause di questo infortunio.

Share