Terremoto 4.4 al largo delle coste della Calabria. Tanta paura ma fortunatamente nessuna vittima o danni

Terremoto 4.4 al largo delle coste della Calabria. Tanta paura ma fortunatamente nessuna vittima o danni

Un terremoto di magnitudo 4.4 è stato registrato in mare al largo delle coste di Tropea, in Calabria. La scossa, che si è verificata ad una profondità di 57 km, è stata avvertita distintamente dalla popolazione. Le prime verifiche immediate del Dipartimento della Protezione Civile non segnalano danni a persone o cose, anche se sono state decine le telefonate ai centralini di vigili del fuoco e forze di polizia, con i paesi costieri in questo periodo affollati di turisti. Tanti anche i messaggi su Twitter. Molte persone hanno abbandonato le abitazioni e sono scese in strada. Come detto la macchina della Protezione Civile, delle stazioni dei Carabinieri, della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza è immediatamente entrata in azione. Tante le verifiche sui Paesi sia costieri che dell’entroterra, fortunatamente, come detto, non si sono dovuti registrare danni.

Il sisma si è verificato alle 4.50 della notte – riferisce l’ Ingv – al largo della Costa Calabra sud occidentale ed è stato chiaramente avvertito nelle province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. Molta paura, ma non è stato segnalato alcun danno alle cose o alle persone. In particolare, il sisma ha avuto come epicentro il tratto di mare compreso fra Parghelia e Tropea, lungo la costa del Vibonese. Il terremoto è stato chiaramente avvertito nei centri di Ricadi, Drapia, Nicotera, Parghelia, Zaccanopoli, Zungri, Joppolo, Tropea, Zambrone e nella città di Vibo Valentia. Lungo lo stesso tratto di costa del Vibonese si erano già registrate scosse di terremoto il 15 e 20 febbraio scorsi e il 26 dicembre 2017.  Va detto che al largo delle coste calabresi è presente il vulcano Marsili, un colosso sommerso ancora in attività, dunque tutta la zona è soggetta ad attività sismica e vulcanica.

Share