La folle caccia ai migranti dei poliziotti francesi. Nuovo gravissimo episodio a Mentone. Donna incinta trascinata a forza giù da un treno insieme ad altri due figlioletti

La folle caccia ai migranti dei poliziotti francesi. Nuovo gravissimo episodio a Mentone. Donna incinta trascinata a forza giù da un treno insieme ad altri due figlioletti

“Dovete scendere. Scendete”. Con queste parole, alterate e durissime, agenti della polizia francese hanno praticamente trascinato fuori da un convoglio ferroviario partito da Ventimiglia, alla stazione Garavan di Mentone. L’azione dei poliziotti d’oltralpe è l’ennesima di una spregiudicata campagna di ricerca di migranti non in regola, ordinata dal governo e condivisa dal Presidente della Repubblica Macron. In questo caso l’azione è stata decisamente brutale, viste le condizioni della donna, trascinata fuori dal convoglio, senza alcuno scrupolo, malgrado le sue condizioni. La donna era in viaggio con il marito e i due figli piccoli, che piangevano.

Alla richiesta di lasciare il treno, il marito della donna ha chiesto: “Perché mi fermate? Mi avete chiesto se sono un criminale? Sono con mia moglie, è incinta”, ha detto in inglese, rifiutando di esibire i suoi documenti di identità. La scena è stata ripresa da tre studenti a Cannes. Alla resistenza verbale del marito gli agenti hanno iniziato a trascinare la donna, non tenendo assolutamente conto di quanto diceva il marito che urlava: “Non toccate mia moglie, è incinta”. L’azione dei poliziotti è andata avanti nonostante l’intervento dei passeggeri, hanno trascinato fuori dal treno la donna, prendendola per le braccia e le gambe. Il video, che è stato inviato all’Osservatorio nazionale francese sulla violenza della polizia, è stato pubblicato il 27 marzo scorso su Youtube e quindi rilanciato dal quotidiano Nice Matin. Le immagini (pubblichiamo un fotogramma) hanno fatto il giro del web e suscitato l’indignazione degli utenti dei social.

Share