Germania. Socialdemocratici, i due terzi degli iscritti approvano l’alleanza di governo con Merkel

Germania. Socialdemocratici, i due terzi degli iscritti approvano l’alleanza di governo con Merkel

Gli iscritti del Partito Socialdemocratico hanno approvato l’alleanza di governo con la Cdu di Angela Merkel, ratificando a 161 giorni dal voto elettorale il varo di una nuova “Grande Coalizione”: lo ha reso noto la televisione di Stato Zdf, mentre l’annuncio ufficiale da parte della Spd dovrebbe avvenire in giornata.

Come già reso noto ieri dalla stessa Spd, la partecipazione al voto è stata altissima: i dati ufficiali diffusi dal partito parlano di oltre 400mila votanti sui 464mila iscritti (pari al 78%) con i “sì” al 66%. Si tratta di un risultato che di fatto supera le aspettative della vigilia, date le perplessità più volte dimostrate dalla base rispetto ad una nuova alleanza con i conservatori: una strategia già provata in passato e alla quale è stato attribuito il crollo elettorale del partito. Il voto spiana definitivamente la strada alla elezione di Angela Merkel alla guida della nuova “GroKo”, in programma il 14 marzo al Bundestag, esorcizzando quindi lo spettro del ritorno alle urne e – ipotesi sempre invisa alla Cancelliera – la extrema ratio di un governo di minoranza.

Un voto che fa finalmente “chiarezza” sulla nascita del governo di Grosse Koalition: così il commissario della Spd tedesca, Olaf Scholz, ministro delle Finanze designato per il prossimo esecutivo, ha salutato la vittoria del sì nel referendum della base socialdemocratica. “Con questo voto abbiamo fatto chiarezza: l’Spd entrerà nel prossimo governo”, ha annunciato Scholz, sottolineando che ora l’Spd ha la “forza per governare e portare la Germania nella giusta direzione” e “per affrontare il rinnovamento già avviato”.

“Ci siamo impegnati per vincere. quindi adesso siamo delusi”. Con queste parole il leader dei giovani socialdemocratici tedeschi dello Juso, Kevin Kuehnert, ha commentato il risultato della consultazione, che ha approvato il contratto di coalizione con l’Unione di Angela Merkel, dando il via libera al prossimo governo della cancelliera. Lo Juso aveva lanciato una campagna contro l’alleanza con la Merkel, invitando a entrare nel partito proprio per votare contro.

Share