Pamela colpita alla testa, ma non c’è ancora chiarezza sulle cause della morte. Importanti, ma insufficienti, gli esiti della seconda autopsia. Nell’inchiesta finiscono altri due nigeriani

Pamela colpita alla testa, ma non c’è ancora chiarezza sulle cause della morte. Importanti, ma insufficienti, gli esiti della seconda autopsia. Nell’inchiesta finiscono altri due nigeriani

Non ci sono novità decisive per l’inchiesta, ma certamente ci sono delle prime indicazione sulle dinamiche che hanno portato alla morte della giovane Pamela. Dai risultati della seconda autopsia, emergerebbe che la ragazza abbia subito prima della morte due o più colpi, uno in particolare alla testa. Notizie solo parziali, sempre in attesa degli esami tossicologici, che certamente non mettono la parola fine a questo orribile fatto di cronaca.

Le attenzioni degli inquirenti sono comunque arrivate sino in Lombardia dove un nigeriano di 27 anni è stato bloccato dai Carabinieri di Milano in Stazione Centrale perché sospettato di un coinvolgimento nell’omicidio della ragazza. I militari hanno individuato l’uomo su indicazione dei colleghi di Macerata e sono già in viaggio per consegnarglielo. La Procura di Macerata ha precisato che, al momento, non sono stati emessi fermi. Ed un secondo nigeriano è stato bloccato proprio a Macerata. Dunque, allo stato, non ci sono altri arresti.

Share