Roma. Migranti e movimenti per la casa contro Raggi e prefettura. Nuove manifestazioni a Roma

Roma. Migranti e movimenti per la casa contro Raggi e prefettura. Nuove manifestazioni a Roma

Un gruppo di migranti e di esponenti dei movimenti per la casa, tra cui gli sgomberati dal palazzo di via Curtatone e quelli accampati sotto il portico di una chiesa in piazza Ss Apostoli, continuano a manifestare a piazza dell’Esquilino a Roma per protestare contro quanto emerso mercoledì dal vertice in Prefettura sull’emergenza abitativa. L’esito del vertice è stato giudicato, quanto alle risposte “non accettabile: esiste una sola fragilità, quella economica: vogliamo una risposta per tutte le famiglie”. In piazza anche tante famiglie con bambini: tra i cartelli esposti ‘Piazza Indipendenza resiste’ e ‘Sindaca, prefetta, assessora non si fa carriera sui poveri”. “Ieri – affermano i movimenti – sia a noi che ai rifugiati è stato proposto il nulla: il solito censimento delle fragilità, la divisione dei nuclei familiari. Chiediamo una casa popolare, un autorecupero, uno stabile requisito alla mafia. Alcune occupazioni stanno già in un immobile pubblico: insomma, qualcosa di serio”.

Share