Unicredit: Fisac Cgil, positivo accordo su dirigenti, tutela categoria

Unicredit: Fisac Cgil, positivo accordo su dirigenti, tutela categoria

“Un accordo positivo, riteniamo di aver tutelato la categoria, scongiurando il rischio di licenziamenti veri e propri attraverso l’adesione volontaria agli strumenti messi in campo quali il fondo di solidarietà straordinario per circa 200 dirigenti, offerte di buonuscita monetaria e outplacement e, soprattutto, attraverso la forte riduzione dei numeri previsti, realizzata con la possibilità di riassorbimento all’interno dell’azienda a seguito di demansionamento,
per 175 dirigenti”. È quanto si legge in una nota della Fisac Cgil in merito all’accordo siglato col gruppo Unicredit, a seguito del piano industriale del Gruppo 2011 – 2018, riguardante le ricadute sui livelli occupazionali dei dirigenti.

“Crediamo che tale accordo – spiega la segretaria nazionale della Fisac Cgil, Elena Aiazzi – , scaturito da una procedura non prevista attualmente dal contratto nazionale dei dirigenti che ha invece portato l’azienda a sedersi al tavolo, possa costituire un punto di riferimento per tutta la categoria dei dirigenti del settore. Si è ottenuto infatti anche un intervento di solidarietà, per attenuare gli impatti sociali, da parte di tutti i dirigenti presenti nel gruppo
attraverso la riduzione, seppur contenuta, di prestazioni retributive”.

La Fisac Cgil ritiene che, prosegue Aiazzi, “la nostra determinazione e il nostro operato, a fronte della rappresentanza di tutti i dirigenti ed in particolare di coloro che sono iscritti alla nostra organizzazione e che ci hanno voluto dare fiducia, sia in piena coerenza con la nostra volontà, la volontà della Cgil, attraverso la Carta dei diritti universali, di dare voce e rappresentanza a tutto il mondo del lavoro, delle professioni, ed ai cittadini del presente e del futuro”, conclude.

Share

Leave a Reply