Moto. GP Australia, Rossi quarto e deluso, vince Marquez.

Moto. GP Australia, Rossi quarto e deluso, vince Marquez.

Niente podio per Valentino Rossi in Australia, superato nel finale da Iannone. “Lui ha fatto una gara bellissima – spiega il pilota della Yamaha a Sky – nel corpo a corpo Iannone va molto forte e quando ci si gioca il podio si dà il 110%, ha sfruttato le qualità della Ducati in rettilineo, è stato bravo. La gara è stata bellissima ed è un grande dispiacere non essere sul podio e avere perso 7 punti su Lorenzo perché oggi andavo molto forte e potevo anche batterlo. Bisogna dividersi le colpe, ieri abbiamo lavorato male, non abbiamo fatto quello che dovevamo, abbiamo seguito altre strade, abbiamo perso tutto il sabato verso situazioni che non hanno funzionato: nelle ultime gare la situazione era migliorata, partire dalla terza fila era molto difficile, anche se era una gara di gruppo. Essere forti già dal sabato sarebbe stato importante sul piano psicologico, anche nei confronti di Lorenzo. Abbiamo uno svantaggio troppo grande nel rettilineo. L’anno scorso soffrivamo meno, quest’anno è successo qualcosa, ma la moto ha altri punti di forza, si può passare nelle curve. Tra una settimana ci sarà un’altra gara importantissima e cercheremo a Sepang di essere più veloci”.

Iannone è stato anche protagonista di un fortuito scontro con uno sfortunato gabbiano; Andrea lo ha evitato di testa, lo ha colpito col braccio e la carena, ma almeno non si è fatto male. E così Rossi ha chiuso in quarta posizione. Non è andata benissimo, ma poteva andare peggio senza quel sorpasso finale di Marquez. Più staccati lo spagnolo Dani Pedrosa davanti al connazionale Maverick Viñales (Suzuki) e all’inglese Cal Crutchlow (Honda). Quindi i due fratelli Pol e Aleix Espargarò, con Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3) a chiudere la Top 10. Dietro le Desmosedici di Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing) e Andrea Dovizioso, alla fine molto deluso in una gara in cui il suo compagno ha centrato il podio.

Share

Leave a Reply