Phoenix, afro-americano ucciso dalla polizia

Phoenix, afro-americano ucciso dalla polizia

A Phoenix, un giovane afro-americano è stato ucciso dalla polizia. L’uomo, fermato per presunto spaccio di droga, aveva solo pillole di paracetamolo

Rumain Brisbon è il nome dell’ultimo trentaquattrenne afro-americano ucciso lo scorso martedì sera a Phoenix, negli Stati Uniti. Il giovane era alla guida di un Suv quando è stato bloccato da una volante della Polizia per sospetto spaccio di droga. Il ragazzo dopo essersi rifiutato di alzare le mani è fuggito dall’auto in direzione di un appartamento e durante l’inseguimento ha iniziato una colluttazione con gli agenti. Uno di questi, temendo che Brisbon fosse armato, ha sparato due colpi di pistola uccidendolo. Durante la perquisizione del corpo gli agenti di polizia hanno trovato nelle tasche del giovane solamente alcune pillole di paracetamolo e questo ha suscitato ancor di più la rabbia tra i cittadini di Phoenix.

Le proteste dei cittadini

Dopo questo ennesimo atto di violenza e dopo la decisione presa dal Grand jury di non condannare l’agente di polizia che ha ucciso il diciottenne Micheal Brown lo scorso agosto, i cittadini americani sono scesi ancora una volta nelle strade di diverse città americane come New York, Washinghton, Boston, Chicago a manifestare per chiedere giustizia. A guidare una delle marce partita da Brooklyn è stata la madre di Ramarley Graham, un altro ragazzo di colore ucciso ingiustamente nel 2012 da un agente di polizia. La protesta sta diventando sempre più accesa e sempre più cittadini americani ne stanno prendendo parte. Tant’è che lo scorso 27 novembre diversi vip hanno deciso di partecipare alla protesta scrivendo su twitter di bloccare il blackfriday, che in America è il giorno tradizionale che dà inizio alle spese natalizie. Tutti i cittadini americani differentemente dal colore della loro pelle si sono uniti nella lotta per chiedere giustizia. Ultimo esempio la foto scattata dal fotografo professionista Johnny Nguyen in cui un agente di Polizia abbraccia un bambino di colore durante una delle manifestazioni di protesta.

Share

Leave a Reply