Ancora febbre per il medico infettato dall’Ebola

Ancora febbre per il medico infettato dall’Ebola

Secondo Bollettino medico sulle condizioni del medico di Emergency che ha contratto in Sierra Leone il virus dell’Ebola. “Il paziente – fanno sapere i medici dello Spallanzani- non presenta nuovi sintomi caratteristici della malattia, in particolare non ha segni emorragici”. Nel Bollettino si precisa che il medico ha comunque “una sindrome febbrile con una temperatura corporea di 38,5 gradi”. La pressione è normale e i parametri vitali sono assolutamente stabili. Per i medici che lo hanno in cura “il medico si mostra autonomo, compatibilmente con lo stato febbrile che presenta”. Quanto alle cure, nella giornata di martedì, come avevamo scritto, sono iniziati i primi trattamenti sperimentali, che, va detto, sono stati ben tollerati secondo quanto ha riferito il team che si sta occupando di lui. I medici, quanto ai farmaci che vengono usati nel trattamento del paziente, hanno puntualizzato che si tratta di medicinali “ottenuti con procedura speciale per l’importazione. La stessa procedura continuerà a garantire l’approvvigionamento del farmaco fino al completamento del ciclo terapeutico”. Quanto al percorso terapeutico, il team dello Spallanzani precisa inoltre, che la cura è stata condivisa dal paziente che “è monitorato per la funzionalità cardiaca, epatica e renale”. Questo serve per identificare precocemente l’eventuale comparsa di effetti avversi al trattamento.

Share

Leave a Reply