Aamod e Istituto Luce. Alla Casa del Cinema di Roma, “La conquista dell’impero e le leggi razziali”: proiezioni, incontri e giornata di studi nell’ottantesimo dalla promulgazione delle leggi

Aamod e Istituto Luce. Alla Casa del Cinema di Roma, “La conquista dell’impero e le leggi razziali”: proiezioni, incontri e giornata di studi nell’ottantesimo dalla promulgazione delle leggi

Alla Casa del Cinema di Roma è in arrivo dal 4 al 7 dicembre 2018 una maxi rassegna cinematografica incentrata sulla conquista coloniale attuata dall’Italia degli anni Trenta in Etiopia e sulle leggi razziali, nell’ottantesimo anniversario della promulgazione.

Momenti storici,  raccolti, ricostruiti e rivissuti attraverso gli occhi dei più grandi registi e addetti ai lavori della storia del cinema, con l’intento di lasciarne testimonianza alla posterità.

La rassegna “La conquista dell’impero e le leggi razziali”, promossa dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e dall’Istituto Luce-Cinecittà, in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata, CSC- Cineteca Nazionale e Casa del Cinema, è stata pensata da registi, storici contemporanei, critici cinematografici e studiosi come momento di analisi, di conoscenza e di condivisione con il pubblico di eventi del nostro passato, rivisti attraverso il cinema documentario e di finzione, per darsi risposte e trovare motivazione ad atteggiamenti, contraddizioni e storture che in diverse occasioni emergono nella nostra società contemporanea.

Una scaletta fitta di appuntamenti, tra salotti culturali, dibattiti, proiezioni e incontri con i grandi protagonisti, a partire dalla serata di martedì 4 dicembre con la proiezione speciale in Sala Deluxe del film “Inconscio italiano” di Luca Guadagnino, la cui presenza è già stata confermata.

Mercoledì 5 dicembre, la rassegna proseguirà in Sala Kodak a partire dalle ore 16:00, con la proiezione di Italia vittoriosa” – presenta Claudio Olivieri;

“Stadio” di Carlo Campogalliani (ore 17:00) – presenta Alessio Argentieri;

“Oltremare” di Loredana Bianconi (ore 18:30) – presenta Dagmawi Yimer/Alessandro Triulzi;

“Abuna Messias” di Goffredo Alessandrini (ore 20:00) – presenta Lucia Ceci.

Giovedì 6 dicembre, in Sala Kodak, a partire dalle ore 16:00: “Sotto la croce del sud” di Guido Brignone – presenta Maria Coletti;

“Porrajmos, parole in musica” di Fabio Parente, Luca Ricciardi, Matteo Parisini (ore 18:00) – presenta Santino Spinelli;

“Pagine nascoste” di Sabrina Varani (ore 19:00) – presentano la regista e Luca Ricciardi;

“Il cavaliere di Kruja” di Carlo Campogalliani (ore 21:00) – presenta Roland Sejko.

Venerdì 7 dicembre, “giornata di studi”: alle ore 9:30, tavola rotonda in Sala Kodak, presieduta e introdotta da Alessandro Triulzi, con ospiti Roberto Cicutto (Istituto Luce Cinecittà) e Vincenzo Maria Vita (Fondazione AAMOD).

Dalle ore 12:00 alle 13:00, interventi e dibattito a seguire: Gianmarco Mancosu (”Quando il cinema si fa regime”); Gian Luca Gabrielli (“Razza e impero visti dai banchi di scuola”); Lucia Ceci (“Pulizia della razza”: una genealogia?); Paolo Bertella Farnetti (“Returning & sharing: la memora coloniale); Dagmawi Yimer (“L’esperienza di un film maker etiopico in Italia”).

Ripresa delle attività alle ore 15:00, con interventi presieduti da Carlo Felice Casula: Giulia Barrera (“Donne imperiali e donne suddite in colonia”); Alessandro Volterra (“Le truppe coloniali tra mito e razzismo”); Leonardo De Franceschi (“Cinema italiano di oggi fra colonialismo e razzismo: memorie in conflitto”); Maurizio Zinni (“Razzismo e spettacolo nel cinema coloniale post-1936”); Nadia Pizzuti (“Il colonialismo italiano raccontato dalle donne”).

In Sala Deluxe, a partire dalle ore 18:00, le proiezioni: “1938. Diversi” – Introduce Giorgio Treves – e “Concorrenza sleale” di Ettore Scola (ore 19:30) – presenta Silvia Scola.

Il film documentario “1938. Diversi”, diretto da Giorgio Treves, sarà proiettato anche martedì 12 dicembre durante l’incontro presso l’Università di Roma Tor Vergata, all’interno della Sala Cinema, Macroarea di Lettere e Filosofia, alla presenza del regista e con la partecipazione di Lucia Ceci, Claudia Hassan, Giovanni Spagnoletti.

Share