Antiterrorismo. Camion, furgoni e van nel mirino delle forze dell’ordine. Migliaia di controlli, decine di arresti e tante denunce

Antiterrorismo. Camion, furgoni e van nel mirino delle forze dell’ordine. Migliaia di controlli, decine di arresti e tante denunce
Operazione alto impatto dell’antiterrorismo, dopo l’attentato di Barcellona. Monitoraggio del territorio, passo, passo, che ha portato la Polizia a controllare, tra il 28 e il 30 agosto, 27.043 furgoni in prossimità dei centri storici delle città. Sono stati 24 gli arresti (la maggior parte per reati connessi alla droga) e 114 le persone denunciate, tra le 32.619 controllate, di cui 5.634 stranieri. Sono 157 i mezzi sequestrati e 1.240 le contravvenzioni. Sul totale delle oltre 10 mila persone controllate in ognuna delle tre giornate il 21% aveva precedenti di polizia.
L’attività, realizzata d’intesa con la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, ha visto coinvolti i Reparti Prevenzione Crimine, le volanti delle Questure e dei Commissariati di P.S., con una intensificazione dei posti di controllo in prossimità degli accessi ai centri storici volti all’identificazione dei conducenti e la verifica dei dati attraverso le banche dati delle forze di polizia, compresa quella Schengen. Nell’operazione sono stati impegnati 3.500 poliziotti ogni giorno. Va detto che le donne e gli uomini della Polizia di Stato, in tutte le loro articolazioni, continueranno nei loro servizi anche nelle prossime settimane. Particolare attenzione sarà prestata alla riapertura della scuole di ogni ordine e grado, non solo in azioni mirate e di protezione contro il terrorismo, ma anche nel contrasto dei traffici illegali, come quelli delle sostanze stupefacenti.
 
Share