Mostra Cinema di Venezia. Coppia Fassbender-Vikander conquista i fan. Due italiani: “L’estate addosso” e “Orecchie” in proiezione

Mostra Cinema di Venezia. Coppia Fassbender-Vikander conquista i fan. Due italiani: “L’estate addosso” e “Orecchie” in proiezione

La 73esima Mostra del Cinema di Venezia, dopo un lento inizio in punta di piedi, prosegue, nei giorni che anticipano il weekend, regalando acclamate presenze in passerella, a cominciare dalla coppia, sul lavoro e nella vita, composta da Michael Fassbender e Alicia Vikander, protagonisti di “The Light Between Oceans” del regista Derek Cianfrance. Galeotto fu quel set sul quale si conobbero due anni fa. I due attori interpretano i panni di Tom e Isabel, guardiani australiani di un faro, con alle spalle mille difficoltà, la cui vita all’improvviso cambierà per l’arrivo di una neonata portata dal mare: Lucy. Il film non ha riscosso molto plauso da parte della critica, ma, in compenso, la notizia della presenza della coppia famosa ha attratto numerosi fan sul luogo.

A rappresentanza del thriller fantascientifico “Arrival”, basato sull’approdo di una misteriosa astronave sul pianeta Terra, del regista Denis Villenuve, è la volta anche di Jeremy Renner e Amy Adams, la quale replicherà anche il giorno successivo per “Nocturnal Animals” di Tom Ford, insieme a Jake Gyllenhal e Aaron Taylor-Johnson.

È anche il giorno di “Les beaux jours d’Aranjuez” di Wim Wenders, con Reda Kateb, sulle diverse prospettive del mondo viste attraverso gli occhi di uomini e di donne, con picchi di nostalgia riflettendo sull’infanzia e sui ricordi del passato.

Per la sezione Orizzonti, due i film presentati in sala Darsena: “Sao Jorge” del regista portoghese Marco Martins, ambientato in Portogallo nel 2011, l’anno cosiddetto della Troika, particolarmente difficile per gli affari, che avrebbe condotto migliaia di cittadini portoghesi all’indebitamento e alla conseguente mancata estinzione, come è accaduto al protagonista della storia, un pugile disoccupato interpretato dall’attore Nuno Lopes, con Beatriz Batarda nei panni della moglie.

E ancora, “Laavor Et Hakir” della regista israeliana Rama Burshtein, con Noa Koler e Amos Tamam, sul tema del matrimonio. Michael, lasciata sull’altare dall’uomo che amava, coglie l’occasione di essere tornata single come un segno per mettere alla prova la propria fede e avvicinarsi ancor più a Dio, mettendo nelle sue mani la sua vita.

Debutto in passerella per il giovanissimo attore Brando Pacitto, direttamente dalla serie televisiva di successo di Rai1 Braccialetti rossi, protagonista ora a Venezia del film “L’estate addosso” di Gabriele Muccino, proiettato in sala Giardino. L’incertezza del futuro, l’estate della maturità e un imprevisto viaggio a San Francisco porteranno i giovani Marco e Maria a comprendere qualcosa in più su loro stessi.

Tra le proiezioni, un altro film italiano: “Orecchie” di Alessandro Aronadio. Una tragicomica giornata alla scoperta della follia del mondo attraverso la mente del protagonista, interpretato da Daniele Parisi, che affronterà la morte dell’amico Luigi, senza sapere di avere un amico con quel nome a causa della sua perdita di memoria.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.