Due assalti terroristici, forse jihadisti, ad Ankara e in Costa d’Avorio. Decine le vittime

Due assalti terroristici, forse jihadisti, ad Ankara e in Costa d’Avorio. Decine le vittime

Una grossa esplosione si è verificata nella zona di Kizilay ad Ankara, provocando decine di vittime. La tv nazionale TRT ha parlato di un’autobomba che è esplosa nei pressi di una fermata dei bus. Testimoni hanno affermato che l’esplosione è avvenuta a poca distanza dalla stazione principale dei bus sul boulevard Ataturk, e a poche centinaia di metri dai palazzi di molti ministeri. Alcuni veicoli si sono incendiati. Secondo il governatore, i morti sarebbero almeno 27, e almeno 75 i feriti.

L’esplosione di domenica 13 marzo fa seguito a un attacco contro un convoglio militare che il mese scorso uccise 23 persone e ne ferì decine. Il quotidiano turco Hurriyet scrive che l’ultima esplosione si è verificata intorno alle 18.30 ora locale, nel Guven Park di Kizilay. La zona è stata immediatamente evacuata nel timore di ulteriori attentati. L’attentato del 13 marzo non è stato ancora rivendicato.

L’assalto di un commando a Grand-Bassam in Costa d’Avorio

A Grand-Bassam, nota stazione balneare in Costa d’Avorio, a una quarantina di chilometri dalla capitale Abidjan, un commando formato da una decina di uomini ha attaccato due alberghi, intensamente frequentati da ivoriani e turisti occidentali. Secondo uno dei responsabili delle forze dell’ordine ivoriane, nell’attentato sarebbero morte almeno dodici persone: “gli assalitori erano giovani”, ha dichiarato, “e volevano che le vittime gridassero Allah Akbar (Allah è grande) prima di essere uccise. Uno dei jihadisti è stato a sua volta ucciso, altri due sono fuggiti”. Tra le vittime un bambino di quasi 5 anni, e almeno un turista occidentale sarebbe stato ucciso.

Uno dei testimoni ha anche detto che i colpi provenivano dalla spiaggia, a pochi passi dagli alberghi. Gli spari avevano come obiettivo iniziale l’hotel Koral Beach, poi centinaia di colpi hanno martellato gli altri alberghi. Video che circolano sui social network mostrano turisti in fuga, sotto i colpi dei kalashnikov, e molti di loro per terra, sanguinanti.

Grand-Bassam è l’antica capitale della Costa d’Avorio e città storica, considerata dall’Unesco patrimonio dell’umanità, sulla costa del Golfo di Guinea. Diventata un centro internazionale delle vacanze, ospita molti alberghi e centinaia di turisti.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.