La Cgil di Roma e del Lazio in piazza per presentare la Carta dei diritti universali del lavoro

La Cgil di Roma e del Lazio in piazza per presentare la Carta dei diritti universali del lavoro

Diritti per tutti. Da Civitavecchia a Ladispoli, da Viterbo a Civita Castellana, a Tivoli, Cassino, Frosinone, Latina, Terracina, Rieti. E poi a Roma, nei mercati rionali, nei centri commerciali, negli ospedali, di fronte alle fermate delle metro. La Cgil di Roma e del Lazio e le sue strutture territoriali si mobilitano per il lavoro. Il Sindacato ha voluto essere presente nelle piazze per distribuire volantini e illustrare alla cittadinanza alcuni dei principi della Carta dei Diritti universali del lavoro, varata dalla Cgil nazionale. “Con le modifiche del diritto del lavoro che i Governi hanno introdotto nel corso di questi anni, a Roma nel Lazio più di un milione e 700mila lavoratori si ritrovano senza tutele e senza diritti” dice il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Claudio Di Berardino. “La proposta della Cgil, la Carta dei diritti universali del lavoro – continua – è finalizzata a restituire a queste persone ciò che è stato loro tolto. La nostra campagna di mobilitazione e sensibilizzazione inizia oggi e continuerà, a partire da lunedì prossimo, in tantissimi luoghi di lavoro per confrontarci con i nostri iscritti, per ricevere da loro il mandato a proseguire su questa strada, al fine di trasformare la Carta in una proposta di legge di iniziativa popolare”.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.