Rapina ad Ottaviano, manette per due Carabinieri: morto uno dei proprietari del market assaltato

Rapina ad Ottaviano, manette per due Carabinieri: morto uno dei proprietari del market assaltato

E’ di un morto, nove feriti, due rapinatori arruolati nell’Arma dei Carabinieri fermati per rapina aggravata e tentato omicidio plurimo, accuse alle quali si aggiungerà anche l’omicidio, il bilancio definitivo di una rapina da soli 1300 euro, consumata al supermercato Etè di Ottaviano (Napoli). Ad entrare in azione nel centro vesuviano i due militari a volto coperto, che sfruttavano una giornata di permesso ordinario, dal Veneto alla Campania e che, probabilmente, avevano l’intenzione criminale di ‘arrotondare’ il proprio stipendio. Ma tutto è andato per il verso sbagliato e i due hanno dovuto affrontare la reazione imprevista dei titolari, del negozio che dopo essere stati avvertiti da un dipendente, si sono messi sulle tracce dei rapinatori. In otto – tra cui i due titolari del market preso di mira, Pasquale e Donato Prisco – hanno partecipato all’inseguimento dell’auto dei malviventi, a bordo di due diverse vetture. I ladri sono stati intercettati dagli inseguitori, determinati a farsi giustizia da soli, sulla ss 268, all’altezza dell’area industriale di Ottaviano. L’inseguimento si è concluso quando una delle auto inseguitrici ha raggiunto e speronato i due rapinatori. Immediatamente dopo si è scatenata una rissa ed una successiva sparatoria. Secondo una prima ricostruzione non è accertato che le vittime della rapina abbiano sparato, quello che sembrerebbe certo è che i due Carabinieri lo abbiano fatto, visto che tutti gli inseguitori sono stati feriti ed ad avera la peggio è stato uno dei due proprietari del market, Pasquale Prisco, che è morto nell’ospedale di Sarno, dopo una complessa operazione, ferito anche il fratello e tutti i dipendenti. Le manette sono scattate ai polsi dei due carabinieri infedeli.

Share

Leave a Reply