Derby, Consap: “Incomprensibile la scelta di schierare 1200 poliziotti”

Derby, Consap: “Incomprensibile la scelta di schierare 1200 poliziotti”

“Ancora una volta gli osservatori sembrano ciechi” questo il commento della Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia, alla notizia che il Questore di Roma intende impiegare personale in divisa in occasione del derby capitolino, mentre il prefetto li vorrebbe mandare a dirigere il traffico.

La decisione scaturita ieri al termine del comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico con la partecipazione dell’Osservatorio Manifestazione Sportive del Viminale circa un potenziamento del personale appare incomprensibile alla luce di un livello massimo di allarme terrorismo internazionale e dei tanti obiettivi sensibili di una città come Roma che è la sede mondiale della religione cristiana. Incomprensibile perché ignora le preoccupanti carenze di organico delle Forze dell’Ordine tutte e espone a rischio la città per gli interessi di un altro dio, questo solo nazionale, che è il pallone, gestito da società miliardarie.

Incomprensibile perche è di tutta evidenza che stiamo assistendo ad una graduale inversione di tendenza rispetto al disegno che doveva portare la polizia fuori dagli stadi, in realtà quelli che stanno uscendo sono gli steward, una figura professionale mai decollata perché evidente non fa comodo alle società che devono pagarli, ed a proposito di soldi per la sicurezza ancora ci chiediamo che fine abbia fatto la norma che prevedeva che questi costi fossero a carico delle società sportive.

E’ forse un paradosso che si si stia discutendo di una partita di pallone mentre scorrono ancora nei nostri occhi le immagini del colpo di grazia inferto al collega francese ormai inerme a terra, al quale vogliamo esprimere vicinanza e con lui alle vittime dell’attentato alla redazione di “Charlie Hebdo” e all’altra poliziotta freddata stamattina sempre a Parigi – conclude la Consap – come sindacato maggiormente rappresentativo della Polizia di Stato, però siamo seriamente preoccupati per questa deriva che relega le forze dell’ordine a “tappabuchi” di tutte le emergenze, in spregio all’altissima professionalità e al senso del dovere che da sempre hanno prodotto per la sicurezza, la democrazia e la libertà di questo Paese”.

Fonte: Ufficio Stampa Consap

Share

Leave a Reply