Cisgiordania, ancora violenza

Cisgiordania, ancora violenza

Ancora un attacco isolato contro i coloni israeliani in Cisgiordania. Un uomo e la sua figlioletta di 11 anni sono rimasti feriti dal lancio, contro la loro auto, di una bomba incendiaria. La notizia è stata data dall’Esercito israeliano, che parla di una vero e proprio attacco nei pressi dell’insediamento ebraico di Maale Shomron, a nord di Nablus. La bambina è stata immediatamente ricoverato in ospedale e le sue condizioni sono gravissime, visto che presenta ustioni su oltre il 50% del corpo. Meno gravi le condizioni del padre, che è riuscito a sfuggire alle fiamme provocate dall’esplosione dell’ordigno. Nei territori degli insediamenti israeliani, questo è l’ultimo episodio in ordine di tempo. Nei giorni scorsi, infatti, la comunità ebraica è stata fatto oggetto di micro-aggressioni, con ferimenti di uomini e donne, in Cisgiordania, area della regione rivendicata da tempo dai palestinesi.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.