Camusso: “Sulla riforma del lavoro troppa confusione. Cosa si farà contro il precariato?”

Camusso: “Sulla riforma del lavoro troppa confusione. Cosa si farà contro il precariato?”

Dopo alcune ore di silenzio, Susanna Camusso si risveglia e torna ad attaccare il Governo sui temi legati alle riforme del lavoro, ed in particolare alla revisione normativa dell’Articolo 18. Più in generale, sulla proposta di riforma dell’Esecutivo Renzi, non usa mezzi termini: “Mi sembra una proposta molto confusa, non netta nei contorni rispetto a cosa si intenda fare sul precariato. Limitando la discussione solo ad alcune forme della collaborazione, in realtà si continuano a mantenere più di quaranta forme di assunzione differenti”. E poi ancora giù dura: “Non c’è un investimento effettivo sul tempo indeterminato, cioè sul cambiamento della qualità del mercato del lavoro. Non si delineano i contorni della proposta sugli ammortizzatori e se come abbiamo capito, il tema è il trasferimento delle attuali risorse della deroga agli ammortizzatori, non siamo di fronte a un’estensione”. E poi, tanto per concludere, “non condividiamo l’idea che si debba intervenire sull’articolo 18”. Poi replicando a Matteo Renzi, che aveva detto come la gente  aveva sempre più fiducia nel Governo e nella sua persona, la Camusso ha replicato con freddezza: “Intorno a noi c’è molto consenso”.

Share

Leave a Reply