Mafia Capitale, scattato il carcere duro (41 bis) per Massimo Carminati

Mafia Capitale, scattato il carcere duro (41 bis) per Massimo Carminati

Il Dap ha disposto, in queste ore il 41 bis, ovvero il regime di carcere duro, per Massimo Carminati, l’uomo chiave dell’inchiesta Mafia Capitale. Il 41 bis è stato disposto come conseguenza della sentenza di secondo grado che ha riconosciuto l’aggravante mafiosa per gli imputati principali.

Nei giorni scorsi la terza sezione della Corte d’Appello di Roma, presieduta da Claudio Tortora, ha capovolto la sentenza di primo grado del processo sull’indagine ‘Mondo di mezzo’ riconoscendo l’associazione per delinquere di stampo mafioso, prevista dall’articolo 416 bis del codice penale, per 18 su 43 imputati. Massimo Carminati è stato condannato a 14 anni e sei mesi. In primo grado aveva ricevuto una condanna a 20 anni.

Share