C’è anche una cittadina cubana naturalizzata italiana tra le vittime del disastro aereo a Cuba

C’è anche una cittadina cubana naturalizzata italiana tra le vittime del disastro aereo a Cuba

Il drammatico bilancio è purtroppo confermato: oltre 100 vittime e tre soli sopravvissuti per lo schianto del Boeing a l’Avana. Tra le vittime anche una cittadina italiana, di origini cubane ma naturalizzata. C’è ancora incertezza sulle cause che hanno provocato il disastro. Con ogni probabilità tutto potrebbe essere legato ad un cedimento strutturale del velivolo, che al momento del decollo ha perso quota immediatamente per poi schiantarsi, inevitabilmente, al suolo. Come detto sono solo tre i sopravvissuti, tre donne, che si trovano in condizioni critiche, a darne notizia l’agenzia ufficiale cubana Granma.

Nella lista dei passeggeri è confermato “risulta anche una cittadina cubana naturalizzata italiana”, spiegano fonti della Farnesina precisando che “l’Unità di crisi della Farnesina è in contatto con la famiglia in Italia per fornire ogni possibile assistenza” e che “le verifiche delle autorità cubane non sono ancora terminate”. La donna non è una delle tre sopravvissute al disastro aereo.

A bordo dell’aereo c’erano in tutto 110 persone, fra equipaggio (sei messicani) e passeggeri, fra cui cinque stranieri. Due giorni di lutto nazionale sono stati proclamati a Cuba. L’aereo, operato dalla compagnia messicana Damojh per conto della Cubana de Aviacion, era diretto nell’est del paese, a Holguin.

“E’ stato un deplorevole incidente dell’aviazione e dobbiamo aspettare, le notizie non sono buone. Ci sarà una inchiesta e renderemo note le informazioni”, ha dichiarato il presidente Miguel Diaz-Canel dopo essersi recato nel punto dell’impatto.

Share