Varoufakis lancia ad Atene il nuovo partito antiausterità, MeRA25, diretta discendenza del movimento DiEM25

Varoufakis lancia ad Atene il nuovo partito antiausterità, MeRA25, diretta discendenza del movimento DiEM25

Yanis Varoufakis, ex ministro delle Finanze greco, lancia un nuovo partito, in vista delle elezioni legislative, il “MeRA25”, il cui fine è quello di riorientare la Grecia, liberandola dalla morsa del debito. “Fondiamo oggi un nuovo partito”, ha detto Varoufakis, “non semplicente un altro partito”. Impegnandosi a “sostenere una speranza realista”, Varoufakis ha sottolineato che MeRA25, “fronte di disobbedienza realista europea verso il 2025”, fa parte di DiEM25, il Movimento per la Democrazia per l’Europa del 20025, transnazionale a antiestablishment, che egli ha largamente contribuito a lanciare nel 2016.

Il nuovo partito è composto da “gente di sinistra e da liberali, dai Verdi e da femministe”, e segue l’orientamento di DiEM25 per il quale il funzionamento dell’Unione europea manca di democrazia, dal momento che l’assuzione delle decisioni a Bruxelles è malata di cultura del segreto. Il DiEM25 non ha dirigenti, nei prossimi mesi, i suoi membri, nei paesi dove il movimento è attivo, eleggeranno un segretario generale, designeranno i candidati per le europee ed elaboreranno una piattaforma elettorale per ogni paese, ha voluto precisare Varoufakis nella conferenza stampa ad Atene di lunedì 26 marzo.

Per quanto riguarda la Grecia, Varoufakis suggerisce, attraverso MeRA25, una ristrutturazione del debito, un calo delle tasse e la creazione di una società pubblica incaricata di gestire il debito dei clienti delle banche, per proteggerli da espropri immobiliari, “Nel 2015, i creditori hanno strangolato la Grecia”, ha proseguito Varoufakis, “hanno rifiutato di negoziare in buona fede ed hanno orchestrato il panico bancario, per questo esprime ora la preoccupazione che la prossima uscita dal programma d’aiuti della Grecia, prevista per agosto, sia il punto di partenza della definitiva messa sotto tutela da parte della troika.

Share