Santa Maria a Vico, Caserta: studente di 16 anni accoltella al volto la docente di Lettere che voleva interrogarlo

Santa Maria a Vico, Caserta: studente di 16 anni accoltella al volto la docente di Lettere che voleva interrogarlo

Uno studente 16enne dell’istituto tecnico commerciale Bachelet-Majorano di Santa Maria a Vico ha estratto in classe un coltello a serramanico e ferito al viso la professoressa che lo voleva interrogare. Ora la donna è in ospedale, non rischia la vita, ma è sottoposta ad un intervento di ricostruzione. Il tutto è avvenuto in pochi attimi, davanti agli altri ragazzi terrorizzati, nella sede di via Fruggiero. Secondo una prima ricostruzione la professoressa Franca Di Blasio, 54 anni docente di lettere, aveva chiesto al ragazzo di recuperare un’insufficienza, lui si rifiutava e ne è nata una discussione al culmine dalla quale il 16enne, residente ad Acerra, ha estratto il coltello e colpito la professoressa al viso. Il ragazzo è in stato di fermo e risponde di lesioni gravi. Lo studente non ha ancora chiarito ai carabinieri se si sia trattato di un raptus o di una vendetta premeditata.

“E’ gravissimo quanto avvenuto all’Istituto ‘Ettore Majorana’ di Santa Maria a Vico”. Dalla ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, arriva una “ferma condanna” per il ferimento al volto di una docente da parte di uno studente diciassettenne. “E’ inaccettabile il fatto stesso che lo studente sia andato a scuola portando con se un coltellino”. La ministra Fedeli ha subito chiamato la dirigente dell’Istituto per avere informazioni di “contesto” e ha parlato con l’insegnante ferita al volto, esprimendo “piena solidarietà e vicinanza a lei, alla dirigente, a tutto il corpo docente”. Sottolinea la ministra Fedeli: “Simili episodi di violenza non dovrebbero mai accadere, men che meno in un luogo come la scuola, in cui educhiamo le nostre ragazze e i nostri ragazzi al rispetto e il cui obiettivo è formare cittadine e cittadini consapevoli e responsabili”.

Share