Per 1000 euro in più i diritti televisivi sul campionato di calcio di Serie A passano alla spagnola MediaPro. Sky minaccia ricorsi

Per 1000 euro in più i diritti televisivi sul campionato di calcio di Serie A passano alla spagnola MediaPro. Sky minaccia ricorsi

L’assemblea della Lega Calcio Serie A ha accettato l’offerta dell’intermediario spagnolo MediaPro sui diritti televisivi del campionato italiano per il triennio 2018-2021. E’ quanto hanno deciso i presidenti dei 20 club della Serie A riuniti in via Rosellini. Gli spagnoli hanno messo sul piatto 1000 euro in più rispetto alla base d’asta di 1,05 miliardi.
“L’assemblea della Lega Calcio – si legge in una nota – ha verificato che l’offerta depositata da MediaPro pari a 1.050.001.000 euro per il pacchetto global è superiore al prezzo minimo richiesto dall’invito a offrire e conseguentemente procederà alla comunicazione all’Agcom, come previsto dall’invito ai fini dell’assegnazione dei diritti”.

Sky, attraverso i suoi avvocati, ha diffidato la Lega serie A dall’assegnare a Mediapro i diritti audiovisivi per le stagioni 2018-21, “visto che il gruppo audiovisivo spagnolo MediaPro, pur avendo presentato un’offerta per lo specifico bando rivolto esclusivamente agli “intermediari indipendenti, non opererebbe come un intermediario indipendente ma come un vero e proprio operatore della comunicazione”.

Sky “chiede alla Lega di considerare l’offerta di MediaPro inammissibile e quindi di interrompere le trattative private con il gruppo spagnolo e di escluderlo immediatamente dalla procedura di assegnazione”.

Share