Concorsone Inps. In oltre 22mila sfidano la neve per 365 posti da “analista di processo”. 27 e 28 febbraio la prima prova scritta

Concorsone Inps. In oltre 22mila sfidano la neve per 365 posti da “analista di processo”. 27 e 28 febbraio la prima prova scritta

Il grande giorno è arrivato. Come già annunciato da qualche mese, apre i battenti il concorsone Inps per l’assegnazione di 365 posti per “analista di processo” dopo un’attesa durata dieci anni. Un unico obiettivo generale: concorrere per il “posto fisso”. Da Napoli, Messina, Bari, Torino, Milano, da ogni parte d’Italia sono giunti in circa 5.000 ai cancelli di Fiera di Roma, sfidando gelo e neve pur di presenziare nella mattinata del 27 febbraio alla prima tornata di prove, tra disagi e rallentamenti alla viabilità, il posticipo dei treni e degli aerei e i ritardi nei trasporti metropolitani. Nessun rinvio, infatti. Al di là delle condizioni sfavorevoli causate dalla nevicata a Roma, la sede di Fiera di Roma ha garantito il normale svolgimento delle attività, mettendo a completa disposizione gli spazi necessari all’accoglienza dei candidati e al regolare svolgimento delle prove.

“Non dovrebbe essere una notizia – ha puntualizzato l’amministratore unico della struttura Pietro Piccinetti – , ma visto l’inanellarsi di disservizi, serrande chiuse, attività bloccate, che qualche centimetro di neve e un po’ di gelo hanno provocato a Roma ieri e oggi, vogliamo segnalarlo. In primis per rassicurare le decine di migliaia di candidati che nelle giornate di oggi e domani (mattina e pomeriggio) stanno venendo e verranno nella nostra sede di Fiera Roma per svolgere le prove del concorso INPS. E senza polemica, ma con doverosa presa di distanza segnaliamo anche – continua Piccinetti – che purtroppo nulla abbiamo il potere di fare rispetto ai disagi causati da trasporti e infrastrutture inadeguate”.

Nella capitale, per mercoledì 28 febbraio è previsto ancora l’arrivo di migliaia di persone, sulla base delle 22.519 domande di partecipazione inviate di cui il 64% da persone dotate di titoli ulteriori, con un età media attestata attorno ai trentatre anni. Laurea magistrale in Economia, Ingegneria gestionale, Giurisprudenza e certificazione B2 della lingua inglese sono alcuni dei requisiti fondamentali per la candidatura al concorso.

Il concorso Inps ha avuto inizio con un due ore di ritardo, dovute a motivi di organizzazione logistica. La prima prova scritta consiste in quiz oggettivo-attitudinali di logica, inglese, informatica e cultura generale: 60 domande in 60 minuti di tempo con un punteggio in trentesimi, che per la buona riuscita deve essere pari o superiore a 21/30. Sono stati già resi noti i risultati della prima giornata di prove sul sito dell’ente previdenziale, nella sezione “Avvisi, bandi e fatturazione” sotto sezione ”Concorsi”.

In seguito verrà divulgata la data della seconda prova scritta a carattere tecnico-professionale incentrata su materie di bilancio, contabilità, diritto amministrativo e costituzionale, diritto civile e penale, diritto del lavoro e legislazione sociale, economia, matematica, statistica, scienze della finanza. Avranno accesso alla prova finale orale soltanto i candidati risultati idonei alla seconda prova scritta, con punteggio minimo di 21/30. È prevista, in base alle necessità, un’estensione delle assunzioni per un totale di 1080 posti.

Share