Roma verso la festa di fine d’anno. Il Vicesindaco Bergamo: “Invito tutti al Circo Massimo. Lo spirito è vivere la città come con l’Estate Romana di Nicolini”

Roma verso la festa di fine d’anno. Il Vicesindaco Bergamo: “Invito tutti al Circo Massimo. Lo spirito è vivere la città come con l’Estate Romana di Nicolini”
“E’ significativo che per la prima volta a Roma, ma forse anche in Italia, il vicesindaco di una grande città sia l’assessore alla cultura. Il cuore e il sistema nervoso di Roma sono il suo patrimonio culturale, penso anche all’Università e alla ricerca scientifica. C’è molto lavoro da fare, ma vale la pena farlo”. Così il vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Roma Luca Bergamo e nuovo uomo forte della Giunta Raggi ha fissato alcuni paletti certi per la nuova amministrazione intervendo ai microfoni della trasmissione “Ho scelto Cusano”, condotta da Gianluca Fabi e Livia Ventimiglia su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.
“La descrizione che si dà della politica e del dibattito interno all’amministrazione Raggi –ha sottolineato Bergamo- è viziata e distorta da un pregiudizio e anche da una chiara intenzione ostile nei confronti della giunta che cerca di essere il motore di un cambiamento radicale. Sono convinto che la politica si possa fare attraverso la costruzione e con uno sguardo al futuro. Qui c’è un’amministrazione che sta compiendo passi verso un cambiamento radicale. Gli interessi che si sono consolidati nel tempo, non solo quelli malavitosi ma anche quelli ordinari, reagiscono, perché non vogliono veder scalzate le posizioni di vantaggio che hanno acquisito nel corso degli anni. Quindi sarebbe ingenuo non attendersi reazioni anche violente contro la nostra giunta”.
“Chi diceva che non sarebbe stato organizzato l’evento per capodanno diceva una frescaccia –ha affermato Bergamo- Invito tutti quanti la notte del 31 dicembre ad andare al Circo Massimo per l’evento che abbiamo organizzato. L’obiettivo è quello di divertirsi vivendo la città, riproponendo lo spirito iniziale dell’estate romana di Nicolini. Quell’iniziativa nacque quando la città era soffocata dal terrorismo, con quell’estate romana Nicolini rimise la città a disposizione degli abitanti”.
 
L’Assessore Frongia: “Eventi di altissimo livello”
 
Sul Capodanno è intervenuto anche Daniele Frongia parlando di una “serie di eventi di altissimo livello, eventi mai visti a Roma. Da parte nostra c’è l’interesse di stare in diretto contatto con cui ha competenza della sicurezza, quindi questura e prefettura – ha aggiunto – Per fine anno e capodanno abbiamo una serie di eventi di altissimo livello a partire. Siamo contenti accompagnare la fine dell’anno e quello nuovo con tantissimi eventi. Mai visto a Roma”. Poi le cosiddette notizie di servizio per tutti coloro che decideranno di trascorrere il Capodanno nel centro di Roma. Va detto che il servizio di trasporto ‘scricchiola’ visto che si fermerà alle 2.30 e dunque, per tutti coloro che vorranno partecipare all’iniziativa dei ‘Ponti’ organizzata dal Campidoglio, sarà necessario il mezzo privato.
 
Scricchiola, però, il sistema della Mobilità. Bus e metro fermi alle 2.30 ed eventi che iniziano alle 3
 
Ma ecco quanto rende noto l’Agenzia per la mobilità di Roma Capitale: “A Capodanno le linee A, B/B1 e C, nella notte tra il 31 e l’1 resteranno aperte sino alle 2,30, per consentire afflusso e deflusso dagli eventi previsti in città. Bus e tram, invece, si fermeranno alle 21 ma con alcune eccezioni, ovvero le linee, anche notturne, che collegano con i luoghi in cui sono in programma gli eventi. L’elenco di queste linee che prolungheranno il servizio è in fase di elaborazione. Il Primo gennaio 2017, infine, il servizio sull´intera rete inizierà alle 8. Nella notte del 31 dicembre, dalla mezzanotte, il Circo Massimo sarà la scenografia del concerto di 100 violoncelli diretto da Giovanni Sollima e poi dell’esibizione di alcuni Dj che andranno avanti sino alle 2. L’area del Circo Massimo sarà pedonalizzata dalle 19 e il pubblico potrà accedere attraverso i varchi installati a via dei Cerchi, all’altezza di piazza di Porta Capena e di piazza di Santa Anastasia, a via del Circo Massimo/via Fonte di Fauno, a piazza Ugo La Malfa/via delle Terme Deciane, a via della Greca/via Clivio dei Pubblici. Entro le 7 del mattino, dovranno essere rimossi i veicoli da via dei Cerchi, via del Circo Massimo, via dell’Ara Massima di Ercole e piazza Ugo La Malfa. Dalle 19 di sabato 31 scatterà la chiusura al traffico di via dei Cerchi, via del Circo Massimo, via dell’Ara Massima di Ercole e via delle Terme Deciane, da piazza Santa Prisca a piazza Ugo La Malfa, ad esclusione dei residenti”.
 
Misure straordinarie nella viabilità per prevenire il rischio terrorismo
 
Ci sono anche misure straordinarie per regolare la mobilità e mettere in sicurezza alcune parti della città: “Su indicazione della Questura, il Campidoglio ha previsto una serie di misure per la viabilità e la sicurezza in occasione degli eventi che si svolgeranno l’1 gennaio – si legge – I principali provvedimenti saranno: Dall’1 del Primo gennaio, e fino a cessate esigenze, lo sgombero di tutti i veicoli in sosta da lungotevere Flaminio (tratto via del Vignola-via del Pinturicchio, lato Tevere) e da lungotevere Maresciallo Cadorna (20 metri a destra e 20 metri a sinistra rispetto al ponte della Musica, lato Tevere). Entro le 13.30, sempre del Primo gennaio, e fino a cessate esigenze, sgombero (anche con rimozione forzata) di tutti i veicoli in sosta da diversi tratti dell’asse centrale dei lungotevere lungo i marciapiedi lato fiume (lungotevere Vallati, Tebaldi, Sanzio, Farnesina, Sangallo, Gianicolense, Fiorentini, in Sassia, Altoviti, Tor di Nona). Dalle 13 stop al traffico veicolare – per consentire la completa pedonalizzazione dell’area – sul lungotevere tra ponte Garibaldi e ponte Vittorio Emanuele II, lato centro storico (Lungotevere dei Vallati, dei Tebaldi, dei Sangallo, dei Fiorentini). Ad eccezione dei mezzi di soccorso e pronto intervento (ambulanze, Vigili del fuoco, Polizia). Per assicurare il rispetto del provvedimenti, dalle 14 saranno collocati ostacoli fissi (fioriere o new jersey) all’inizio e alla fine dell’isola pedonale temporanea, dunque su Lungotevere dei Vallati, altezza ponte Garibaldi e su lungotevere dei Fiorentini, altezza ponte Vittorio Emanuele II. Saranno poi transennati gli accessi ad alcuni ponti sul Tevere. Entro l’una dell’1 gennaio chiusi fino a cessate esigenze ponte della Musica e ponte della Scienza; entro le 14 ponte Sisto, ponte Mazzini, ponte Pasa e ponte Sant’Angelo”. Infine il sistema delle pulizie nella città, che in questi due giorni di feste potrebbe risentire degli eccessi.
 
Decoro e pulizia della città, impegno straordinario di Ama nei luoghi degli eventi
 
Ecco allora l’impegno della municipalizzata Ama che affida ad una nota informativa l’elenco dei servizi: “Ama ha predisposto un piano operativo straordinario per assicurare il decoro nelle aree della città interessate dalle manifestazioni della notte di San Silvestro e i servizi di pulizia, spazzamento, raccolta differenziata, oltre al regolare funzionamento del ciclo impiantistico a disposizione per la selezione e il trattamento dei rifiuti durante il primo gennaio”.
“Già nella notte di San Silvestro – aggiunge – una task-force composta complessivamente da circa 140 operatori e circa 90 mezzi (bilici, compattatori, autobotti, officine mobili, lava-strade, macchine vuota-cassonetti, spazzatrici ‘pesanti’ e ‘medie’, furgoncini per il trasbordo dei rifiuti, ecc.) assicurerà servizi di pulizia presso i siti che ospiteranno gli eventi de ‘1 gennaio 2017 – La festa di Roma’: Circo Massimo e aree dei ‘ponti’ (S. Angelo, Sisto, Mazzini, Principe Amedeo di Savoia, Ponte della Musica, Ponte della Scienza). Sarà inoltre attivo il servizio di raccolta dei rifiuti, in particolare presso le attività commerciali di ristoro (ristoranti, pub, ecc.). Interventi straordinari sono inoltre previsti nelle altre vie e piazze meta tradizionale di turisti e romani: via del Colosseo, via dei Fori Imperiali, piazza di Spagna, scalinata di Trinità de’ Monti, Pincio, piazza del Popolo, Pantheon, Gianicolo, piazza Navona, Fontana di Trevi, Campo de’ Fiori, piazza Trilussa, area Quirinale, Termini, piazza della Repubblica, via Nazionale, via Cavour, piazza Farnese, corso Vittorio Emanuele, largo Ricci, piazzale Flaminio, via del Tritone, via Veneto, ecc. In aggiunta, squadre dedicate effettueranno interventi di igienizzazione e sanificazione con enzimi biologici. Nella giornata del primo gennaio, saranno complessivamente al lavoro oltre 1.300 dipendenti tra operatori, autisti e ‘preposti’, che garantiranno i servizi di raccolta dei rifiuti, pulizia e spazzamento in tutta la città, comprese le aree dove prosegue ‘La festa di Roma’, con il supporto del personale delle officine che resteranno aperte per garantire l’uscita dei mezzi. Saranno regolarmente in funzione gli impianti aziendali per la selezione e la valorizzazione della raccolta differenziata e per il trattamento dei rifiuti indifferenziati. Saranno garantiti tutti i consueti presidi delle aree più frequentate del Centro Storico: Spagna, Trevi, Pantheon, Navona, Corso, Colosseo, Campidoglio, Castel Sant’Angelo, piazza Venezia, Fori Imperiali. A seguire le operazioni sul territorio, saranno poi presenti ‘preposti’ Ama (responsabili di area, capizona, capisquadra, ecc.) che monitoreranno il servizio in tutti e 15 i municipi. I 14 Centri di Raccolta Ama osserveranno i seguenti orari:
– Sabato 31 dicembre dalle 7 alle 12 e dalle 14 alle 18:30
– Domenica 1 gennaio chiusi”.
Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.