Sanità del Lazio, prorogati 1000 contratti. La Fp Cgil: “Bene il decreto della regione ma ora va superata la precarietà storica”

Sanità del Lazio, prorogati 1000 contratti. La Fp Cgil: “Bene il decreto della regione ma ora va superata la precarietà storica”

“Bene la proroga di un anno contenuta nei decreti emanati dalla Regione Lazio. Il sistema sanitario regionale non poteva permettersi di perdere oltre 1.000 operatori dislocati in posizioni chiave. Lo avevamo denunciato e siamo stati ascoltati”. Con una nota la Fp Cgil Roma e Lazio commenta il decreto che proroga di un anno 1.000 contratti, tra cui gli oltre 500 a tempo determinato dei cosiddetti precari giubilari e i contratti di collaborazione coordinata e continuativa.

“Adesso, con la stessa attenzione dimostrata in questa occasione, la Regione Lazio applichi gli accordi già sottoscritti per superare la precarietà storica, e agevoli tutte le assunzioni possibili per rendere il sistema più solido. La coperta, dal punto di vista dell’organico, è talmente tanto corta che siamo arrivati al punto in cui le nostre denunce degli anni passati su uno scenario futuro molto rischioso si sono concretizzate: a ogni pensionamento non coperto, saltano i servizi offerti ai cittadini. Con la proroga di oggi, ulteriore passo di un percorso condiviso di salvaguardia del sistema e stabilizzazione del lavoro precario, si mettono in sicurezza alcuni di questi servizi – conclude la nota della Fp Cgil Roma e Lazio – e si salvaguardia almeno momentaneamente il lavoro di tanti giovani professionisti della salute”.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.