Stati Uniti. Ohio State University: attentato contro gli studenti. L’assalitore, un rifugiato somalo, ucciso dalla polizia e 10 feriti

Stati Uniti. Ohio State University: attentato contro gli studenti. L’assalitore, un rifugiato somalo, ucciso dalla polizia e 10 feriti

Almeno dieci persone sono state ferite e trasportate in ospedale, nella mattinata americana di lunedì, quando in Italia erano circa le ore 16, a causa dell’attentato compiuto nella Ohio University, una delle più grandi degli Stati Uniti, con 65.000 studenti. Uno dei feriti sembra versare in gravi condizioni, mentre gli altri sono ritenuti dai sanitari in condizioni stabili e non in pericolo di vita.

L’autore dell’attacco avrebbe agito solo con un coltello e con la propria vettura, con cui si sarebbe lanciato contro un gruppo di studenti. È quello che hanno riferito, alla Cnn, degli agenti di polizia sulla caotica situazione vissuta questa mattina in uno dei campus più grandi degli Stati Uniti. È possibile che gli spari sentiti siano stai quelli dei poliziotti, che hanno ucciso l’assalitore. L’assalitore all’Ohio State University era un rifugiato somalo, legalmente residente negli Stati Uniti. La notizia è stata data dalla Nbc, che cita fonti investigative. L’uomo è stato ucciso dalla polizia. L’assalitore si è lanciato con la propria auto contro un gruppo di persone e, una volta sceso, ha colpito chi aveva di fronte con un coltello da macellaio.

Secondo quanto afferma Cydney Ireland, una studentessa, alla televisione ABC6: “la prima cosa che ho avvertito sono state le urla. Poi ho sentito un fischietto, seguito da almeno tre colpi di pistola”. La sparatoria sembra sia avvenuta nella parte nord orientale del campus universitario, nel primo giorno di lezioni dopo le vacanze legate alla festività del Thanksgiving. Naturalmente, alla luce dell’attentato, l’Università è stata chiusa anche oggi.

Il governatore dell’Ohio, John Kasich, uno degli sfidanti di Trump alle primarie repubblicane, continua a monitorare la situazione, anche se dopo l’uccisione dell’attentatore, pare che l’Università sia tornata alla calma. Kasich ha parlato col presidente della Ohio University, Michael Drake, al quale ha espresso la solidarietà dell’intera comunità dello stato.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.