Fillea Cgil Roma e Lazio. Edilizia: a Roma appalti fermi ed eccesso di ribassi. Pronti alla mobilitazione

Fillea Cgil Roma e Lazio. Edilizia: a Roma appalti fermi ed eccesso di ribassi. Pronti alla mobilitazione

“La situazione degli appalti pubblici a Roma è molto grave. I lavori sono bloccati, gli appalti vengono assegnati con ribassi del 60% e questa città ha un disperato bisogno di manutenzioni”. Così, in una nota, Mario Guerci, segretario generale della Fillea Cgil di Roma e del Lazio. “Non è possibile andare avanti così – continua -. I principali lavori pubblici, dal centro fino alla periferia, sono bloccati o proseguono a singhiozzo, penso allo SDO di Pietralata, dove siamo stati costretti a siglare una cassa integrazione per garantire i livelli occupazionali, o allo scempio di Piazza Augusto Imperatore, con il Mausoleo abbandonato in pieno centro. Ma non si tratta solo di questo. Il presidente del consiglio sulle pagine dei giornali annuncia con tono trionfante una stanziamento di 56 milioni di euro quando al Comune oltre un miliardo di progettazione è ferma e da mesi i bandi per la manutenzioni della grande viabilità sono al palo. Dal Comune e dalla Regione silenzio. L’assessore Berdini ancora non ha risposto alla richiesta d’incontro che abbiamo inoltrato insieme alla Filca Cisl e alla Feneal Uil; alla Regione Lazio non è ancora stato firmato l’accordo sugli appalti. Cosa stanno aspettando? Il collasso del sistema? O vogliono costringerci alla mobilitazione?”. “Dulcis in fundo – conclude Guerci – l’Ater ha affidato la manutenzione dei suoi immobili con una gara d’appalto al ribasso di quasi il 60%. Ci chiediamo come ciò sia possibile”.

Share

Leave a Reply