La Formula 1 si prepara al GP della Cina

La Formula 1 si prepara al GP della Cina

Archiviati il Gp d’Australia e il Gp del Bahrein, la Formula 1 si prepara al terzo appuntamento stagionale del mondiale. Domenica 17 aprile si corre il GP della Cina sul circuito di Shanghai.

Il weekend inizierà venerdì 15 aprile con le prime due sessioni di prove libere che si terranno alle 10.00 per quanto riguarda la prima, ed alle 14.00 la seconda . Sabato 16 aprile, invece, saranno disputate la terza sessione di prove libere alle 12.00 e le qualifiche alle ore 15.00. Inizio gara domenica 17 aprile alle 14.00 (alle 8.00 ora italiana).

Intanto, dopo le polemiche sul nuovo regolamento delle qualifiche che hanno animato i primi due Gran Premi, il Consiglio Mondiale del Motorsport della Fia ha approvato la decisione di tornare al formato di qualifiche della scorsa stagione. Dunque a Shanghai le sei vetture più lente verranno eliminate al termine delle prime due sessioni di qualifica prima di una finale (Q3) con dieci auto in lizza per la Pole Position.

Il circuito di Shanghai, inaugurato nel 2004, è uno dei circuiti più impegnativi della F1. La pista lunga 5,451 Km  presenta rettilinei brevi o molto lunghi alternati a 16 curve, nove  a destra e sette a sinistra, alcune lente a spirale, altre veloci che mettono a dura prova i sistemi frenanti delle vetture. Con i suoi rettilinei è comunque un circuito ideale per i sorpassi. Le aspettative per una bella gara ci sono quindi tutte.

Il record del giro più veloce appartiene ancora a Schumacher che nel 2004 registrò un tempo di 1:32.238 su Ferrari. Ma l’albo delle vittorie vede ben 4 successi per Hamilton (2008, 2011, 2014, 2015), 2 per Alonso (2005, 2013), e 1 per Barrichello (2004), Schumacher (2006), Raikkonen (2007), Vettel (2009), Button (2010) e Rosberg (2012). Per quanto riguarda i costruttori, invece, in testa la Ferrari (4 vittorie), seguita da McLaren e Mercedes (3 vittorie) e da Renault e Red Bull (1 vittoria).

I primi due Gran Premi della stagione hanno confermato che la Mercedes è la macchina da battere. La W07 è una vettura veloce e solida con un solo punto debole: la partenza. C’è molta attesa su quale sarà la reazione del Cavallino rampante dopo gli altalenati risultati al GP del Bahrein che hanno visto accanto al secondo posto di Raikkonen anche la rottura del motore alla vettura di Vettel durante il giro di ricognizione prima dello start.

E in pista, se i test medici dovessero  essere positivi, potrebbe scendere anche Fernando Alonso, costretto a saltare la gara in Bahrein, dopo il brutto incidente avuto con la sua McLaren al GP d’Australia. Il pilota spagnola ci crede e in questi giorni si è allenato duramente per poter essere in gara.

Share

Leave a Reply