Roma. Sanità privata, Fondazione Santa Lucia verso lo sciopero: nessuna certezza sul pagamento degli stipendi

Roma. Sanità privata, Fondazione Santa Lucia verso lo sciopero: nessuna certezza sul pagamento degli stipendi

Continua lo stato di agitazione dei lavoratori della Fondazione Santa Lucia, dopo l’esplosione della protesta per il mancato pagamento del 50% degli stipendi e la grande assemblea del 14 marzo, che ha costretto la direzione a confrontarsi. Il primo incontro in Prefettura, avvenuto il 21 marzo, non ha fatto registrare passi in avanti. Ieri, nella seconda assemblea convocata da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Cimop, oltre 200 lavoratori hanno deciso di continuare la mobilitazione fino allo sciopero.

Prima di procedere con la proclamazione dello sciopero, in attesa dei tempi tecnici per la conciliazione, verranno messe in atto tutte le misure di inasprimento dello stato di agitazione, a partire dal sit-in che si terrà il 30 marzo davanti alla sede della Fondazione, dal blocco degli straordinari e delle attività aggiuntive, nel rispetto
dei servizi essenziali e dei pazienti.

L’Amministrazione deve dare certezze sui pagamenti e sul futuro di 600 lavoratori che garantiscono un servizio di qualità. Nella situazione attuale lo sciopero è inevitabile.

Share

Leave a Reply