Spagna. Thomas Piketty consigliere economico di Podemos in vista delle elezioni legislative. Nei sondaggi calo di popolari e socialisti, vola Podemos

Spagna. Thomas Piketty consigliere economico di Podemos in vista delle elezioni legislative. Nei sondaggi calo di popolari e socialisti, vola Podemos

L’economista francese Thomas Piketty, ormai noto per il controverso volume su ricchezza e disuguaglianze, sarà il prossimo consigliere economico del leader di Podemos, Pablo Iglesias, in vista delle prossime elezioni legislative di dicembre in Spagna. Pablo Iglesias è anche candidato premier del movimento antiausterità spagnolo, che, nato solamente nello scorso gennaio 2014, ha raggiunto risultati eccellenti alle scorse elezioni amministrative conquistando città come Madrid, Barcellona e Valencia.

L’autore del “Capitale del XXI secolo”, Piketty, ha accettato di coordinare un team internazionale di esperti che affiancherà Iglesias e Podemos nella definizione del programma economico per le elezioni legislative. In particolare, Piketty si occuperà per il partito della sinistra antiausterità spagnolo della elaborazione e dello sviluppo di politiche che combattano le disuguaglianze, centro nevralgico delle sue riflessioni, e delle misure che riescano a rendere più democratiche le scelte dell’eurozona.

Le frustrazioni vissute dagli spagnoli per la crisi economica, l’austerità e la corruzione ad altissimi livelli dello stato hanno dato origine a partiti come Podemos, a sinistra, e come Ciudadanos, a centrodestra, che sfidano ora i due partiti tradizionalmente dominanti dei Popolari e dei socialisti.

I sondaggi spagnoli danno in modo abbastanza univoco la crescita costante di Podemos, e il calo di popolari e socialisti. Anche il paesaggio politico spagnolo, ormai, come quello italiano, francese, e greco, tende ormai a frastagliarsi e a frantumarsi in quattro grandi partiti, che ottengono almeno il 10% dei voti nei sondaggi. L’ultimo sondaggio dà ancora in testa i popolari con appena il 28%, i socialisti al 24,9% mentre Podemos e Ciudadanos, che però si presentano per la prima volta ad elezioni legislative, sono dati rispettivamente al 15,7% e all’11,1%.

 

Share

Leave a Reply