Giovani, allarme Ceis per Roma. “L’85% dei ragazzi tra 12 e 18 anni fa uso di alcol nel weekend”

Giovani, allarme Ceis per Roma. “L’85% dei ragazzi tra 12 e 18 anni fa uso di alcol nel weekend”

Nella Capitale, l’85% dei ragazzi tra i 12 e i 18 anni fa uso di alcol nel weekend, il 45% di superalcolici, mentre il 75% ha già provato la cannabis o altre droghe. Inoltre, il 18% dei giovani romani ha un rapporto già fortemente alterato con il gioco d’azzardo. È quanto emerge dal dossier realizzato dal Ceis Don Picchi, dal 2014 ad oggi, su un campione di 3000 studenti ai quali è stato chiesto di rispondere in forma anonima a dei questionari distribuiti in 15 scuole romane, oltre che nei luoghi di aggregazione giovanile. I risultati dello studio sono stati illustrati oggi nel corso di un evento organizzato presso il Ceis Don Picchi di Via Attilio Ambrosini. Sono intervenuti alla conferenza la vice presidente del Ceis Roma Patrizia Saraceno, l’assessore alla Scuola di Roma Capitale Paolo Masini, il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi di Roma e Lazio (Anp) Mario Rusconi e Gianluca Scarnicci, direttore responsabile di Romasociale.com. Tornando al dossier del Ceis: 3 giovani su 5 assumono droghe “leggere” al pub o in discoteca, nel weekend e il 27% ammette di procurarsele a scuola. E ancora, tra le cattive abitudini dei giovanissimi: l’80% ha ammesso di fumare sigarette, il 95% ha rapporti sessuali non protetti e il 18% ha confessato di giocare ai videopoker o alle slot machine. Secondo il Ceis, “la facilità di accesso ai giochi on line accelera e ne aumenta il fenomeno”, che coinvolge ragazzi sempre più giovani – i cosiddetti ‘nativi digitali’ – il 10%, infatti, ha tra i 12 e i 16 anni. Emerge anche un preoccupante incremento della popolazione di giocatori tra i giovani disoccupati. Dal 2014 a oggi, però, si registra altresì una forte crescita della richiesta d’aiuto di centri specializzati da parte dei giocatori d’azzardo: tra loro il 25% sono donne, la metà delle quali disoccupate.

Share

Leave a Reply