Mafia capitale, il M5s chiede di sciogliere il Comune di Roma

Mafia capitale, il M5s chiede di sciogliere il Comune di Roma

Dopo la giornata caratterizzata dall’operazione Mondo di Mezzo, con cui la Procura di Roma ha smantellato la cosiddetta mafia capitale con 37 arresti e centinaia di persone indagate, oggi le reazioni delle varie parti politiche non si sono affatto placate, anzi. Tra le tante reazioni, c’è quella forte del Movimento 5 Stelle, che ha chiesto di sciogliere la giunta del Campidoglio. “Chiediamo un incontro ufficiale al Prefetto perché il Comune deve essere sciolto per mafia”. Così si è espresso il parlamentare Alessandro Di Battista, uno dei 5 membri del direttorio del M5s, in una conferenza stampa trasmessa in diretta dal Campidoglio. Di Battista ha continuato additando anche l’attuale sindaco di Roma: “Noi non salviamo Marino. Gli incapaci per noi sono colpevoli quanto i delinquenti. Marino è solo una foglia di fico in un sistema complessissimo gestito dai criminali senza che magari Marino se ne sia neanche reso conto. Quindi per incapacità, non perché ne sia coinvolto, non è degno di fare il sindaco”.

De Vito: “L’unica forza a non essere coinvolta nella mafia capitale è quella del M5s”

Marcello De Vito, capogruppo capitolino del Movimento 5 Stelle, ha invece sottolineato come l’unica forza a non essere coinvolta nello scandalo è proprio quella a cui appartiene: “Noi siamo veramente stanchi, non è più tollerabile questo sistema di potere che fa schifo e deve essere letteralmente smantellato”. Sulla stessa linea anche Luigi Di Maio, deputato M5s, anch’egli intervenuto alla conferenza stampa dal Campidoglio: “I cittadini romani si sentono spaesati ma non ci arrendiamo e non permetteremo che questi truffaldoni oscurino l’immagine di Roma. Noi siamo una forza politica onesta, fatta da cittadini normali. Sono finiti i santi a cui votarsi e vi chiediamo di stringervi attorno ai ragazzi di M5S per riprenderci il Comune di Roma”.

Lombardi: “Il modello Roma è replicato in tutta Italia”

“Il ‘modello Roma’ viene replicato in tutta Italia, un mondo che unisce i poteri forti con la malavita organizzata. Ora sta a noi far si che questo sistema salti completamente e che tutte queste persone che hanno costruito questo Stato parallelo scompaiano”. Così la parlamentare M5S, Roberta Lombardi, intervenendo alla conferenza in Campidoglio sull’indagine della Procura. Dito puntato contro il sistema anche da parte di Virginia Raggi, consigliere capitolino del Movimento 5 Stelle: “Se fossimo stati eletti a governare questa città, noi avremmo fatto e chiesto nomine trasparenti e pubblicato tutto. E avremmo continuato risolvendo i problemi dei cittadini, dalle scuole alle politiche sociali fino ai trasporti, invece di assistere a una giunta che ha tagliato gli autobus. Per questo oggi tutti comprendono il motivo per cui non si affrontano i problemi: interessa mantenere il sistema. L’onestà è l’unica cura per questa città”.

Share

Leave a Reply