Zecca clandestina della camorra alle porte di Roma: Linee di produzione per monete da 1 e 2 euro

Zecca clandestina della camorra alle porte di Roma: Linee di produzione per monete da 1 e 2 euro
Una zecca clandestina per la contraffazione delle monete metalliche da 1 e 2 euro è stata individuata, a Gallicano del Lazio, in provincia di Roma, nell’ambito di una operazione condotta dai carabinieri del comando antifalsificazione monetaria e quelli dei comandi provinciali di Napoli e Caserta, intervento che ha portato alla luce una vera e proprio organizzazione criminale dedita alla falsificazione, contraffazione e messa in circolazione nel territorio dello Stato di monete, banconote e valori di bollo. Oltre che fabbricazione e detenzione di filigrane o di strumenti destinati a tali attività di falsificazione e contraffazione dei sigilli. Cinquantasei persone sono state raggiunte da un provvedimento cautelare, emesso dal Gip presso il Tribunale di Napoli: 29 provvedimenti in custodia in carcere, 10 di custodia agli arresti domiciliari, 12 provvedimenti di divieto di dimora nel comune di residenza e 5 provvedimenti impositivi dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Oltre alla zecca clandestina a Gallicano del Lazio, gli investigatori hanno permesso di individuare a Napoli una stamperia clandestina con macchinari da stampa offset e nel comune di Arzano un laboratorio clandestino per la produzione di marche da bollo telematiche e gratta&vinci falsi. Canali di distribuzione di banconote, monete e valori bollati falsi sono stati scoperti dai carabinieri a Torino, Bologna, Foggia, Milano, Genova, Cassino. Durante le indagini, avviate nel 2012 sia dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli che dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, sono state sequestrate 5.500 banconote e monete false di vario taglio per un totale di 1 milione di
euro circa.
Share

Leave a Reply