Ufo, energia e quanti: Collins presenta a Roma il suo libro rivoluzione

Ufo, energia e quanti: Collins presenta a Roma il suo libro rivoluzione

“LightQuest”, il libro che sta rivoluzionando le teorie su UFO e Abduction, sbarca finalmente in Italia. Il prossimo 30 novembre, presso l’Hotel Pineta Palace di Roma, Andrew Collins, ricercatore e scrittore inglese di fama mondiale, presenta per la prima volta al pubblico italiano i risultati del suo lavoro di investigazione sulle manifestazioni ripetute di “luci misteriose” in diversi luoghi del nostro pianeta. Partendo da una cronaca degli avvistamenti più eclatanti registrati negli hotspot degli Stati Uniti d’America e del Regno Unito e sulla scorta di importanti ricerche scientifiche, il giornalista britannico considera i fenomeni ufologici quale prodotto di forme di luce intelligenti, che coesisterebbero con l’umanità da tempo immemorabile.

Gli esiti della ricerca, frutto di 35 anni di indagini, segnano un netto spartiacque tra l’era dei dischi volanti, iniziata nel 1947, e gli studi delle avanguardie scientifiche moderne: dalle ricerche di fisica del plasma del professor Vadim N. Tsytovich del General Physics Institute dell’Accademia Russa delle Scienze di Mosca, alla fisica extraterrestre dell’Istituto Max Planck di Garching, in Germania, sino alle intuizioni dell’Università di Sydney, in Australia.

Attraverso la sua teoria, già postulata 70 anni fa dagli “ologrammi” del fisico americano Jacob Bohm in “Universo, mente e materia”, Collins ci spiega cosa sono le luci, come vederle e dove vederle. Viene superata in questo modo la visione fantascientifica ed interplanetaria di ambasciatori intergalattici o invasori dallo spazio. I racconti di dischi volanti che dominano la letteratura UFO e le piattaforme multimediali, sono, infatti, per il ricercatore inglese una interpretazione distorta che ci ha portato fuori strada.

Le prove addotte dall’autore, dimostrano come gli UFO siano in realtà una sorta di forme di energia senziente e plasma. Veri e propri entanglement quantistici che ci permettono di integrare la nostra capacità comunicativa attraverso la sfera psichica, utilizzando complessi costrutti energetici tridimensionali. Anche i presunti rapimenti alieni vengono descritti ed interpretati attraverso questa nuova chiave di lettura. Una teoria che combacia con gli studi di Trevor James Constable, per il quale queste stesse forme di energia sarebbero responsabili del fenomeno dei crop circles, i famosi cerchi nel grano.

Andrew Collins, giornalista e scrittore, è autore di più di una dozzina di libri che mettono in discussione il nostro passato. Ricordiamo “Gli Ultimi Dei” (1996), nel quale i Vigilanti e Nefilim del libro di Enoch e gli Annunaki dei testi sumeri sono interpretati come il ricordo di una èlite sciamanica che ha catalizzato la rivoluzione neolitica nel vicino Oriente alla fine dell’ultima era glaciale; “Le Porte di Atlantide” (2000), che identifica l’Atlantide di Platone nell’isola di Cuba e nell’arcipelago delle Bahamas; “La Cospirazione di Tutankhamon” (coautore con Chris Ogilvie Herald – 2002), che rivela verità dietro la scoperta della famosa tomba del Faraone; “Il Mistero del Cigno”, che identifica questa costellazione come l’impronta celeste di molti antichi culti. Collins è stato co-scopritore, nel 2008, di un complesso di cave sotto le Piramidi di Giza, oltre ad aver studiato la natura degli UFO, che già nel 1992 identificava in fenomeni multi-dimensionali, forme di vita che operano al di fuori del normale spazio-tempo (www.andrewcollins.com).

La presentazione del libro-ricerca sulle “luci misteriose” avrà luogo presso l’Hotel Pineta Palace di Roma in via San Lino Papa 35, a partire dalle ore 15.00. Presenti come relatori all’evento anche: Adriano Forgione, editore e giornalista che si occupa di miti, civiltà scomparse e mistero archeologico, nonché autore del libro “Scienza, Mistica e Alchimia dei Cerchi nel Grano”, e il giornalista ufologo Massimo Fratini.

Share

Leave a Reply