Legge Stabilità, Camusso incontra Brunetta, parte confronto con Parlamento

Legge Stabilità, Camusso incontra Brunetta, parte confronto con Parlamento

“Lo scambio d’idee”, scrive il sito d’informazione della Cgil Rassegna.it, “nell’ambito del quale le parti hanno riconosciuto reciproco rispetto e apprezzamento, è stato l’occasione per illustrare le preoccupazioni e le proposte della Cgil sui principali atti legislativi all’esame del Parlamento, a cominciare dalla Legge di Stabilità. La Cgil, durante il colloquio, ha sottolineato il peggioramento della situazione economica italiana e internazionale, esprimendo forte inquietudine per l’andamento occupazionale negativo che nei prossimi mesi potrebbe ulteriormente aggravarsi. Ha inoltre ribadito il giudizio critico su una Legge di Stabilità che non affronta il nodo essenziale della crescita e della creazione di lavoro e che, al contrario, attraverso una politica di tagli della spesa e di mancati finanziamenti, potrebbe addirittura portare ad una massiccia fuoriuscita di personale pubblico, in particolare dalle province, e una mancata riassunzione di lavoratori precari, mettendo così in discussione servizi pubblici fondamentali”.

Inoltre, scrive ancora Rassegna.it, “dalla Cgil è stato espresso un giudizio molto critico sul Jobs Act e sulla riforma della pubblica amministrazione, leggi entrambe contraddittorie, dannose per il mercato del lavoro, per i diritti dei lavoratori oltre che per la sburocratizzazione della macchina pubblica e per la valorizzazione del lavoro nella P.A. Sia il segretario generale della Cgil, sia il Presidente Brunetta, nel riaffermare il valore del dialogo sociale finalizzato alle riforme, contro le derive di negazione dei corpi intermedi e della vita democratica, hanno posto l’accento sulla necessità di mantenere sempre aperte, nel rispetto delle differenze e dei ruoli, le porte del confronto politico e istituzionale a qualunque livello esso si svolga. Mantenere una normalità del confronto democratico e del dialogo tra istituzioni e sindacati, hanno detto, non può che far bene alla democrazia”.

Gli incontri della Cgil coi capigruppo, proseguiranno domani con l’incontro di Danilo Barbi con la Lega Nord e mercoledì alle 8.30 con l’incontro di Camusso con Roberto Speranza e Luigi Zanda del Pd, alle 16.30 coi capigruppo di SEL, Loredana De Petris e Arturo Scotto, e alle 18 con Paolo Romani, capogruppo di Forza Italia al Senato. Nel testo ufficiale della Cgil non si parla dei capigruppo del Movimento 5Stelle.

Share

Leave a Reply