Festival Sanremo 2019. Baglioni bissa, con Raffaele e Bisio. Ascolti più bassi del 2018. Bocelli e il figlio, Giorgia e Santamaria tra gli ospiti della serata

Festival Sanremo 2019. Baglioni bissa, con Raffaele e Bisio. Ascolti più bassi del 2018. Bocelli e il figlio, Giorgia e Santamaria tra gli ospiti della serata

“Pronti, via, verso una nuova avventura”, così Claudio Baglioni ha dato il “la” d’inizio alla 69esima edizione del Festival della Canzone italiana di Sanremo. “Verso la meta dell’armonia – ha proseguito il direttore artistico – che è il principio fondamentale della musica, fatta di accordi, parole e va verso la bellezza. Armonia è un traguardo, un arrivo, un percorso entusiasmante che serve a collegare elementi spesso opposti dando vita a simmetrie affascinanti. Così come il simbolo dello Ying e Yang al quale ci siamo ispirati per la nostra 69esima edizione”.

Tante le novità annunciate, nate dal genio del “dirottatore artistico”, come Baglioni stesso è solito appellarsi, alla sua seconda esperienza di conduzione, affiancato dall’imitatrice e showgirl Virginia Raffaele e da Claudio Bisio, per la prima volta sul palco insieme. A cominciare dalla decisione di far esibire i 24 cantanti in gara tutti in un sol colpo di fiati, durante già la prima serata, evitando la consueta suddivisione in categorie: “Big” e “giovani talenti”. In nome della musica, tutti gareggiano contro tutti senza alcuna eliminazione, fino alla serata finale che ne decreterà il vincitore assoluto, il quale di diritto volerà poi a Tel Aviv, per gli Eurovision Song Contest.

Sul palco dell’Ariston, tra uno sketch e un canto con ospiti, tra cui la scenetta in omaggio al Quartetto Cetra con l’attore Claudio Santamaria, si sono alternati talenti di vecchia conoscenza, come Loredana Bertè, Nek che festeggia 25 anni di carriera, Nino D’Angelo che ha cantato la sua Napoli con Livio Cori, Francesco Renga alla sua ottava volta, e nuove partecipazioni da parte di giovani rappresentanti della musica contemporanea, come Einar e Irama, usciti dal format della De Filippi, “Amici”; Achille Lauro, Mahmood e il vincitore di Sanremo giovani 2018, Ultimo.

Share: 49,5%, in calo rispetto al 2018. Andrea Bocelli e il figlio Matteo, il momento più seguito

Una serata partita a volume alto che ha visto però calare pian piano il livello di ascolti televisivi, minori rispetto allo scorso anno, nonostante l’impostazione artistica e organizzativa, fortemente voluta da Baglioni, sia rimasta pressoché invariata. Ad attrarre l’attenzione di 10 milioni di spettatori, un milione e mezzo meno del 2018, soprattutto i grandi ospiti della serata: Giorgia e Pierfrancesco Favino, che si confermano ancora una volta animali da palcoscenico.

Lo share registrato è stato mediamente del 49,5%, con un picco assoluto durante l’esibizione di Andrea Bocelli in “Il mare calmo della sera”, voce e piano, in duetto con Claudio Baglioni. A seguire, il tenore ha ceduto simbolicamente il suo chiodo nero al figlio, Matteo, sopraggiunto sul palco, ricordando quella sera di 25 anni fa quando vinse il Festival di Sanremo vestito proprio in quel modo. “Voglio dare questa giacca a mio figlio, ha portato fortuna a me e magari farà lo stesso anche con lui, che ha lavorato sodo per arrivare fino a qui”. Padre e figlio si sono poi esibiti nel loro ultimo singolo “Fall on me”, già successo mondiale. “Molto del merito ce l’ha questa platea – ha commentato Bocelli padre di fronte alla standing ovation del pubblico – perché se 25 anni fa nessuno si fosse alzato in piedi forse non sarebbe successo niente di tutto questo. Grazie”.

La classifica provvisoria dei 24 cantanti in gara

A fine serata, come annunciato è apparsa sui led la classifica provvisoria sulla situazione dei 24 cantanti in gara. Le canzoni sono state sottoposte alle votazioni di tre giurie: televoto da casa, con influenza del 40%; giuria in sala stampa (30%) e giuria demoscopica (30%). Tre le aree di classificazione: blu, gialla e rossa, rispettivamente dal posizionamento migliore al peggiore. In area blu, troviamo per il momento: Loredana Bertè con “Cosa ti aspetti da me”; Simone Cristicchi con “Abbi cura di me”; Il Volo con “Musica che resta”; Irama con “La ragazza con il cuore di latta”; Nek con “Mi farò trovare pronto”; Francesco Renga con “Aspetto che torni”; Daniele Silvestri con “Argento vivo”; Ultimo con “I tuoi particolari”. In area gialla: Arisa con “Mi sento bene”; Boomdabash con “Per un milione”; Federica Carta e Shade con “Senza farlo apposta”; Negrita con “I ragazzi stanno bene”; Enrico Nigiotti con “Nonno Hollywood”; Patty Pravo con Briga “Un po’ come la vita”; Anna Tatangelo con “Le nostre anime di notte”; Paola Turci con “L’ultimo ostacolo”. In area rossa: Achille Lauro con “Rolls Roycee”; Einar con “Parole nuove”; Ex-Otago con “Solo una canzone”; Ghemon con “Rose Viola”; Mahmood con “Soldi”; Motta con “Dov’è l’Italia”; Nino D’Angelo e Livio Cori con “Un’altra luce”;  The Zen Circus con “L’amore è una dittatura”.

Share