Maltempo nessuna tregua per il nord Italia. Ferrovie ancora in tilt e blocchi temporanei alla circolazione sulle autostrade

Maltempo nessuna tregua per il nord Italia. Ferrovie ancora in tilt e blocchi temporanei alla circolazione sulle autostrade

A Milano, nell’hinterland del capoluogo lombardo e comunque in tutta la Lombardia ha ricominciato a nevicare. I fiocchi sono accompagnati da correnti d’aria che rendono la sensazione di freddo più intensa di quanto non sia secondo la temperatura. Le previsioni meteorologiche: già da domenica le precipitazioni potrebbero tornare ad essere piovose, e si attende per fortuna un lento rialzo delle temperature. E con la neve ed il ghiaccio è entrato ancora una volta in crisi il sistema della circolazione ferroviaria lombarda. Molti convogli di Trenitalia e di Trenord, sono stati soppressi o hanno subito pesanti ritardi. Un esempio su tutti gli altri è quello del treno con 600 viaggiatori a bordo bloccato per oltre 4 ore al freddo tra le stazioni di Pioltello e Treviglio, all’altezza di Melzo (Milano). Il guasto che ha bloccato il convoglio pare sia stato causato da una formazione di ghiaccio sull’impianto frenante del convoglio. Tra i passeggeri si è anche alzata la tensione e qualcuno ha chiamato i carabinieri, intervenuti sui binari per placare le proteste. Sul posto per precauzione anche un’ambulanza. Non sono mancati momenti di tensione: alcuni passeggeri hanno sbloccato le porte e, esasperati, sono scesi sui binari. Trenord ha offerto ai pendolari generi di conforto, tra cui coperte, cibo e caramelle in scatolette.

Anche in Liguria linee ferroviarie ghiacciate e blocco parziale della circolazione

Seria la situazione anche in Liguria. Dopo il blocco della circolazione ferroviaria di venerdì sul nodo di Genova, questa mattina il primo treno programmato sulla tratta Genova-Acqui Terme è partito senza passeggeri a bordo. La decisione è stata presa per testare la funzionalità della linea e per evitare che in caso di gelicidio le persone rimanessero bloccate sul convoglio. I passeggeri sono stati fatti viaggiare su un bus di Atp noleggiato da Trenitalia. Il treno ha viaggiato regolarmente. “Una volta verificato che il percorso non presentava problemi – fanno sapere da Trenitalia – gli altri convogli sono partiti regolarmente con i passeggeri a bordo”. Resta l’allerta per neve prolungata in Liguria, anche se al livello più basso: il giallo. L’allerta riguarda le province di Savona e Genova, la zona centrale della regione. Nelle zone montane di queste due province, dove l’allerta è arancione fine alle 15, poi diventerà gialla fino alle 18. Nelle aree interne del bacino che va da Spotorno (Savona) a Camogli (Genova) l’allerta gialla che doveva scadere alle 15 è stata prolungata. A darne notizia la Protezione civile regionale. Piogge lungo la costa e nevicate anche intense nelle zone interne: è questo il quadro meteo della Liguria. Nevicate intense sono in corso a Cairo Montenotte, Millesimo e Altare, nel savonese, e coinvolgono anche le tratte autostradali. Il nivometro del monte Settepani (Savona) ha registrato un accumulo di 11 centimetri a metà mattinata. Nevicate moderate in provincia di Savona a Dego, Magliolo e Piana Crixia. Neve anche nel Levante della regione, in Val d’Aveto. Nelle zone interne temperature in calo.

La neve e la pioggia gelata hanno investito anche il Piemonte

Neve e pioggia gelata sulle strade e autostrade piemontesi con disagi per gli automobilisti che viaggiano sulla A26, Genova-Gravellona Toce, e sulla Torino-Savona, dove si registrano code e difficoltà per il maltempo. Torino è finita, ancora una volta, sotto una nuova e abbondante nevicata. Sulla Torino-Bardonecchia sono entrati in azione i mezzi spargisale e i camion in entrambe le direzioni sono incolonnati dietro le vetture di sicurezza per evitare incidenti provocati dalla neve e dal ghiaccio. Le pattuglie della polizia stradale sono in azione ovunque, ma i problemi maggiori si registrano proprio nelle autostrade verso la Liguria, in particolare nelle aree vicine all’Appennino.

Non va decisamente meglio sulla rete autostradale del nord Italia

Disagi anche sulle autostrade. Dalle prime ore di sabato, una nuova ondata di precipitazioni, comunica Autostrade per l’Italia, ha interessato il nord Italia, con coinvolgimento della A1 tra Milano e Bologna, della A26 Genova-Gravellona e della A7 Serravalle-Genova. Attualmente le tratte di competenza di Autostrade per l’Italia sono tutte regolarmente percorribili, con unica limitazione sulla A26, tra l’allacciamento con la A10 e Casale Monferrato e sulla Diramazione Predosa-Bettole, dove l’intensa nevicata in atto ha reso necessario applicare il provvedimento di divieto temporaneo di circolazione per i veicoli con massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5t.

Seria la situazione in Emilia Romagna con fenomeni diffusi di gelicidio

Disagi si registrano anche in Emilia Romagna. Anas comunica che, a seguito del maltempo e dei fenomeni di gelicidio, in Emilia Romagna è provvisoriamente chiuso al traffico il tratto della Tangenziale Nord di Modena SS274/diramazione per Sassuolo compreso tra il km 0,000 ed il km 2,000. Il traffico viene deviato lungo viabilità alternativa. Riaperta al traffico, invece, la Tangenziale di Reggio Emilia (SS722), precedentemente chiusa al transito a partire dalla prima mattinata sempre a causa delle rigide temperature. Attualmente è presente un restringimento della carreggiata – in direzione di Parma – dal km 0,000 al km 1,200, per permettere la messa in sicurezza di un tratto di barriere divelte da un mezzo pesante intraversatosi. Infine si segnala che sulla strada statale 3/bis (E45) è provvisoriamente interdetto al transito il tratto compreso tra Canili e Verghereto (dal km 162,850 ed il km 168,150), in provincia di Forlì-Cesena, per lavori urgenti di ripristino della pavimentazione. Mezzi Anas sono in azione lungo l’intera tratta per consentire la regolare circolazione, compatibilmente con l’evolversi delle condizioni meteo.

Share