Raggi e i sindacati al governo: “Rivedere i vincoli finanziari su assunzioni e formazione”. Allarme per le sorti di 400 dipendenti di Roma Multiservizi

Raggi e i sindacati al governo: “Rivedere i vincoli finanziari su assunzioni e formazione”. Allarme per le sorti di 400 dipendenti di Roma Multiservizi
“Rivedere i vincoli finanziari alla facoltà di assunzione di personale e alla spesa per la formazione di Roma Capitale. Prorogare le vigenti graduatorie dei concorsi a tempo indeterminato al fine di poter procedere a un’ulteriore chiamata degli idonei. Concedere la possibilità di reclutare nuovi agenti della Polizia locale senza intaccare gli eventuali limiti assunzionali, come avvenuto nel settore scolastico”. Queste, riferisce una nota del Campidoglio, le richieste al governo avanzate in una nota congiunta firmata dalla sindaca di Roma Virginia Raggi e dai sindacati di Cgil Fp, Cisl Fp, Uil Fpl di Roma e Lazio, e da Csa e Diccap.
“La nota congiunta sottolinea le gravi carenze di personale di Roma Capitale e richiede un intervento mirato a rimuovere gli ostacoli di tipo finanziario e normativo che attualmente costringono l’Amministrazione capitolina a dover operare con una carenza di organico di quasi 8.000 unità – si fa sapere dal Campidoglio – La sindaca e le sigle sindacali hanno convenuto sulla necessità di proseguire nel confronto già avviato e che ha condotto in un solo anno all’assunzione di circa 2.500 unità di personale, che tuttavia non risultano sufficienti a colmare i fabbisogni del Comune: completare il percorso di rafforzamento e ammodernamento delle strutture amministrative dell’ente è pertanto condizione fondamentale per il rilancio dei servizi per cittadini e imprese nella Capitale. Raggi ha anche assicurato pieno sostegno alle altre iniziative di parte sindacale finalizzate a sottoporre, a Governo e Parlamento, le possibili soluzioni sui temi oggetto della nota congiunta. Nonché alla richiesta di un rapido rinnovo del contratto nazionale del pubblico impiego, scaduto ormai da tempo”.
E mentre si trova un accordo da una parte e si mette una toppa, da altra parte si apre un buco più grosso della toppa, visto che se l’Amministrazione di Roma Capitale chiede una sorta di via di fuga, quanto alle assunzioni, in una delle società più vicine al Campidoglio, si aprono le procedure per decine di licenziamenti, a denunciarlo è Daniele Torquati del Pd: “Una notizia, quella emersa in Commissione Trasparenza di Roma Capitale, che smaschera la maggioranza a 5 Stelle sul destino di oltre 400 famiglie romane prossime al licenziamento: l’amministratore delegato di Multiservizi ha annunciato infatti una procedura di licenziamento collettivo pari ad un taglio del 20%. 400 persone a casa. 400 famiglie senza stipendio. Dopo aver già operato una riduzione di oltre 430 lavoratori, oggi abbiamo questa nuova cattiva notizia. I vertici di Multiservizi parlano di atto dovuto a condizioni esterne, alla riduzione di fatturato, ma la colpa di chi è? Dei lavoratori? O di una classe dirigente incapace di evitare queste condizioni esterne, di stare sul mercato? Considerano un risparmio di costi agire sulla tenuta occupazionale? Togliere stipendi a padri e madri di famiglia? Siamo tutti capaci a dirigere le aziende in questo modo. E la Sindaca? Questo fantasma che si aggira per il Campidoglio, dove sta? Che dice? Ricordiamo tutti quando nel corso della scorsa Consiliatura imboniva a suo personale vantaggio i lavoratori già preoccupati per il loro destino. Li rassicurava sul cambiamento se ci fosse stata lei a fare la Sindaca. Eccolo il cambiamento: il coraggio di licenziare 400 persone, il coraggio di non esprimersi, il coraggio di non sapere assolutamente cosa fare, il coraggio di ‘riordinare’ le aziende tagliando sulla pelle dei lavoratori e delle loro famiglie. Raggi si dimetta. Dopo Multiservizi, cosa ci aspetta? Atac?”. Così in una nota Daniele Torquati, capogruppo in Municipio XV e membro dell’assemblea romana e nazionale del PD. Sulla questione interviene anche il senatore Pedica che fa un appello alla Raggi: “I lavoratori della Roma Multiservizi vanno tutelati. Non si possono mettere in mezzo alla strada altre 400 persone. La sindaca Raggi, dopo tutte le promesse elettorali, dica apertamente cosa intende fare di questa azienda”. E’ quanto afferma, in una nota, Stefano Pedica del Pd. “Bisogna trovare una soluzione. Basta chiacchiere e prese in giro”.
Share