F1, Gran Premio di Singapore. Ferrari fuori a 10 secondi dalla partenza con Verstappen,che allunga a 28 punti il distacco da Vettel. Vince Hamilton. Dietro, Ricciardo e Bottas

F1, Gran Premio di Singapore. Ferrari fuori a 10 secondi dalla partenza con Verstappen,che allunga a 28 punti il distacco da Vettel. Vince Hamilton. Dietro, Ricciardo e Bottas

Il britannico Lewis Hamilton, su Mercedes, ha vinto il Gran Premio di Singapore di Formula1, mettendo a segno il suo terzo oro consecutivo. Dietro di lui, l’australiano, Daniel Ricciardo (Red Bull), seguito dal finlandese Valtteri Bottas, sull’altra Mercedes. Hamilton, che partiva dalla quinta posizione, ha conquistato la sessantesima vittoria in carriera, settima quest’anno, che gli fa consolidare la posizione in testa alla classifica piloti, dinanzi al secondo, il ferrarista, Sebastian Vettel: il distacco è ora di 28 punti. Il Gran Premio di Singapore è stato una debacle per la Ferrari, che ha visto entrambe le sue ‘rosse’, quella di Vettel partita in pole position, eliminate al primo giro a causa di un incidente che è ancora tutto da chiarire. I tre piloti (Sebastian Vettel, Kimi Raikkonen, Max Verstappen) sono stati convocati dai giudici di gara. Pochi secondi dopo il semaforo verde, il disatro del Cavallino. Verstappen si è trovato intrappolato tra le due Ferrari, in un cartoccio di monoposto su cui si discuterà a lungo. Con l’entrata della safety car sul circuito è dunque sfumato il sogno di rivalsa di Vettel, che aveva conquistato brillantemente la pole position e sperava in una vittoria per rimontare i tre punti che lo separavano dalla vetta della classifica.

Le dichiarazioni amare di Vettel e Raikkonen

“Non ho molto da dire: ho fatto una partenza nella media, ho visto Verstappen avvicinarsi e ho cercato di chiudere la porta. Ho sentito un colpo sul fianco ed è finita lì”, Sebastian Vettel commenta così ai microfoni di Sky Sport l’incidente che lo ha messo fuori gara nel Gran Premio di Singapore. “Non ho ancora visto nulla, solo Verstappen negli specchietti e poi Kimi che mi ha colpito. Non so cosa sia accaduto. Sono cose brutte, ma capita e la gara continua con noi che siamo qui”, ha aggiunto il tedesco. Da parte sua, Kimi Raikkonen ha spiegato così l’incidente: “Non so se Verstappen non mi ha visto o meno, bisognerebbe chiederlo a lui. Sono cose che capitano, anche se abbiamo pagato un prezzo troppo salato. E’ un vero peccato che sia finita così, avevo fatto bene i primi 100 metri”, ha aggiunto. “Un incidente di gara? Vediamo cosa diranno i commissari, anche se non cambierà più nulla a questo punto”, ha concluso Raikkonen.

Maurizio Arrivabene, team principal Ferrari: “lottiamo fino alla fine”

“Non è finita: vogliamo lottare fino all’ultimo giro dell’ultimo Gran Premio”, commenta Maurizio Arrivabene, il team principal della Ferrari, e promette ai tifosi del ‘cavallino rampante’ che la delusione per la ‘giornata nera’ al Gran Premio di Singapore non gela le speranze di vittoria del Campionato di Formula 1 della squadra. “Siamo molto dispiaciuti e molto delusi”, ha detto Arrivabene, pochi minuti dopo la conclusione del Gran Premio, vinto dal britannico Lewis Hamilton (Mercedes). “Quello che pssiamo promettere è che non è finita. E’ più difficile, ma non è finita. Ci dispiace molto, ma ci rifaremo”.

La felicità di Hamilton: “abbiamo avuto fortuna” 

“Naturalmente abbiamo avuto fortuna con l’incidente delle Ferrari all’inizio. Ieri abbiamo faticato e non avevamo idea di cosa sarebbe successo oggi, abbiamo tentato di mantenere la concentrazione e la testa bassa, non potrei essere più felice”. E’ un Lewis Hamilton raggiante quello che sul podio di Singapore festeggia il settimo successo in stagione che grazie al ritiro per incidente delle Ferrari di Vettel e Raikkonen, oltre alla Red Bull di Vertsappen, permette al britannico della Mercedes di allungare in classifica piloti sul tedesco della Ferrari. “Ho sfruttato al massimo l’incidente che è capitato, è stata una vera sfortuna per la Ferrari ma un grande risultato per il team. Ricciardo ha lottato alla grande, mi è piaciuto combattere con lui, mi sarebbe piaciuto anche farlo cobn Sebastian”, conclude Hamilton.

La classifica del Mondiale piloti di Formula 1 dopo il Gran Premio di Singapore:

1. Lewis Hamilton Gbr/Mercedes 263 punti; 2. Sebastian Vettel Ger/Ferrari 235; 3. Valtteri Bottas Fin/Mercedes 212; 4. Daniel Ricciardo Aus/Red Bull 162; 5. Kimi Raikkonen Fin/Ferrari 138.

La classifica del Mondiale costruttori:

1. Mercedes 475 punti; 2. Ferrari 373; 3. Red Bull – TAG Heuer 230; 4. Force India – Mercedes 124; 5. Williams-Mercedes 59.

Share