Virginia, Usa. Il majority Whip della Camera, Steve Scalise, ferito nel corso di un attentato

Virginia, Usa. Il majority Whip della Camera, Steve Scalise, ferito nel corso di un attentato

Il deputato statunitense Steve Scalise, repubblicano, e numerose altre persone sono state ferite a colpi di arma da fuoco questa mattina ad Alexandria, in Virginia, su un campo di baseball dove si stavano allenando diversi parlamentari repubblicani. Non è chiaro quanti siano i feriti, ma la polizia ha parlato di “diverse persone colpite”, tra cui anche due agenti.

I testimoni hanno raccontato di aver sentito Scalise “urlare, chiedendo aiuto”; è stato soccorso dai colleghi, tra cui il deputato Brad Wenstrup. Secondo Roll Call, oggi era in programma una partita tra parlamentari. Scalise, secondo Fox News, sarebbe stato colpito al fianco; l’aggressore, armato di fucile, avrebbe colpito almeno un assistente del deputato, ferito al petto. La polizia ha comunicato su Twitter di “credere” che l’aggressore sia stato catturato. Il senatore Mike Lee ha invece detto a Fox News che sarebbe morto. Scalise, 51 anni, rappresentante della Louisiana, è il Majority Whip alla Camera, ovvero il numero tre del partito repubblicano in ordine di importanza, alle spalle del presidente dell’Aula, Paul Ryan, e del leader della maggioranza, Kevin McCarthy. È deputato dal 2008, è sposato, ha due figli ed è di origini italiane.

La sparatoria in cui è rimasto ferito il deputato repubblicano Steve Scalise è avvenuta alle 7 locali (13 in Italia) nel campo di baseball dello stadio Eugene Simpson di Alexandria, dove la squadra di baseball repubblicana si allenava di primo mattino da alcune settimane in vista di una sfida annuale contro il team democratico, prevista domani a Washington. Lo hanno riferito i responsabili dello stadio, ricordando che si tratta di una tradizione che risale al 1909.

Era armato di un fucile e di una pistola l’uomo che questa mattina ha aperto il fuoco contro un allenamento di baseball della squadra dei repubblicani al Congresso, ferendo il deputato Steve Scalise ed altre tre persone. Lo ha raccontato ai giornalisti il congressman Joe Barton, secondo cui in cinque-dieci minuti “decine se non centinaia” di colpi (dello sparatore e degli agenti di polizia, subito intervenuti) sono stati sparati sul campo di Alexandria, in Virginia. Entrambi i figli di Barton si trovavano con lui: uno si è nascosto sotto un’auto e l’altro, un bambino di dieci anni, è stato portato al sicuro da altri congressisti.

Share