Roma Capitale, il posto da assessore al Bilancio conteso tra economisti. Giornata convulsa tra nuovi rinvii per giunta e municipalizzate ed attacchi ai media

Roma Capitale, il posto da assessore al Bilancio conteso tra economisti. Giornata convulsa tra nuovi rinvii per giunta e municipalizzate ed attacchi ai media

Esplosiva con la stampa la sindaca Raggi, nella mattinata di lunedì ha mostrato sul suo profilo privato Facebook, tutta la  irritazione per fotografi e cineoperatori che immediatamente dopo il suo insediamento l’assediano, dentro e fuori casa. Dura la Raggi con gli operatori dell’informazione, che stazionavano davanti alla sua abitazione: “Buongiorno a quei poveri giornalisti che aspettano ore e ore sotto casa mia… Cosa vi hanno ordinato di ‘catturare’ oggi? Un dito nel naso, i capelli fuori posto, mio figlio che magari fa i capricci per dire che sono una madre snaturata? Mi fate un po’ pena a dir la verità: tutta la vostra vita passata ad aspettare che qualcuno ‘inciampi’… Forse siamo già al giornalismo 3.0? Ad ogni modo, se faccio presto, oggi butterò l’immondizia: state pronti! Sia mai sbaglio bidone, potete vincere il Pulitzer!”.

Mezz’ora dopo un nuovo post, questa volta con un video mentre esce da casa: “Per ridere (siamo all’assurdo): Un fotografo: ‘[dopo il post su facebook] c’è gente che ci odia! È contenta sindaco? È contenta?’. Beh… Se pubblicare una foto di voi sotto casa, può portare a tanto, forse non è solo ‘merito’ mio. E immaginate cosa potrebbe accadere se pubblicassi il video del buongiorno quotidiano! La trasparenza è anche questa: che le persone sappiano come fate vivere non tanto me, ma mio figlio (che non ha alcuna responsabilità in questa follia che state creando). P.s. Ho un altro video di giornalisti che scattano foto mentre porto Matteo al centro estivo e mentre esco dal centro estivo… Facciamo che è come se l’avessi pubblicato?”. Il vicesindaco Frongia avverte i giornalisti: “I miei cani sanno saltare tre metri. Per la vostra tutela li tengo in casa”. Anche il vicesindaco interviene sulla vicenda: “Vi voglio bene – dice ai giornalisti Daniele Frongia – Stamattina (ieri ndr) ho anche visto una vostra rappresentanza davanti al mio giardino. I cani sono stati molto contenti. Ho cani weimaraner che sanno saltare fino a 3 metri e ho difficoltà a controllarli. Ma per la vostra tutela li tengo dentro casa. Comunque rinnovo il sentimento positivo nei vostri confronti”.

La difesa dei giornalisti da parte del presidente dell’Assemblea Capitolina De Vito. Alla domanda se la stampa fa pena: “Assolutamente no”

Difende i giornalisti, il presidente dell’Assemblea capitolina Marcello De Vito: “Ho un cane a casa ma fa una finta guardia, un cane preso dal canile di Muratella preso tre anni fa in campagna elettorale”. A chi gli chiedeva un commento sulla stampa, accusata in queste ore di fare “pena”, De Vito ha sottolineato: “Assolutamente no, talvolta penso che si esageri però ho rispetto del vostro lavoro, ovviamente”. Poi però il presidente fa sapere la cosa più importante per la stampa, altro che le foto della sindaca o del suo vice: quando Roma avrà il nuovo assessore al Bilancio. La notizia è stupefacente. De Vito fa sapere, candidamente, che il contabile del Campidoglio arriverà alla fine di questa settimana, comunque entro la giornata di martedì 20 settembre.

L’assessore al Bilancio arriverà entro martedì della prossima settimana. L’annuncio in Consiglio Comunale.  I nomi dei papabili

Ecco l’annuncio di Raggi: “Le cose si dicono nel consiglio comunale che è convocato martedì della prossima settimana. L’assessore al bilancio per quella data? Assolutamente si”, ha chiarito, sottolineando che per la scelta sono “tempi ragionevolmente rapidi, anche per consentire le opportune verifiche dei colloqui che sono in corso. Sono tutte persone estremamente valide e la scelta verrà fatta a breve”. Tra i nomi che potrebbero avere serie possibilità di successo ci sono quelli dell’ex Ragioniere generale dello Stato, Canzio, di Nino Galloni, economista, che ha anche ricoperto l’incarico di direttore generale del ministero del Lavoro ed è oggi dirigente del Movimento Roosevelt, poi ci sono altri economisti come Carmine Lacetra, Alessandro Pantoni e Massimo Zaccardelli.

La Raggi si consola con le parole del vescovo Angelo Becciu che le fa sapere: “E’ giusto darle il tempo di lavorare”

Infine per chiudere, la Raggi, che sta vagliando i curricula, con un occhio rivolto a Grillo e l’altro allo Studio Casaleggio, può consolarsi per la riabilitazione giunta dal Vaticano per bocca del sostituto alla Segreteria di Stato, il vescovo Angelo Becciu, che per ora assolve la sindaca con queste parole: “E’ giusto dare a Virginia Raggi il tempo di lavorare e affrontare i problemi cronici della città, che non possono dipendere dall’attuale amministrazione, ma che certamente devono trovare soluzione al più presto. La Santa Sede – continua il vescovo- non interviene sull’operato di una giunta e non esprime giudizi politici di sorta, a meno che non si neghino diritti fondamentali delle persone”. Poi l’affondo rivolto all’Osservatore Romano: “Non è che dalla cronaca di un temporale si possano dedurre giudizi politici. Ai vecchi tempi, per segnalare un commento, c’era l’asterisco”. Dunque Raggi dovrebbe essere un poco più serena ed affrontare la stampa, non quella da gossip che staziona probabilmente sotto la sua abitazione, ma quella che fa le pulci, come è giusto che sia, ai suoi atti di governo. Purtroppo, al momento, dobbiamo solo registrare qualche foto e qualche smagrito commento su Facebook, quanto agli atti di governo l’agenda è molto ‘magra’. Buon lavoro sindaca.

Share

Leave a Reply