Premio Poesia Città di Fiumicino, presentazione della rosa dei finalisti alla Biblioteca Nazionale di Roma

Premio Poesia Città di Fiumicino, presentazione della rosa dei finalisti alla Biblioteca Nazionale di Roma

La II Edizione del “Premio Poesia Città di Fiumicino”, riservato a libri di poesia in lingua italiana di autori viventi, editi dal 31 maggio 2015 al 31 maggio 2016, e bandito dall’associazione culturale “Corte Micina”, con il patrocinio del Comune di Fiumicino, del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Lazio, di Città Metropolitana di Roma Capitale, sta volgendo alla conclusione, in attesa della serata del 2 luglio che vedrà proclamati ufficialmente i vincitori di questa edizione 2016.

Un’importante occasione e una grande opportunità per la comunità di Fiumicino e per le zone limitrofe di dare vita ad un progetto collettivo d’alti intenti, con l’obiettivo di tenere vivo lo spirito della poesia e l’arte della scrittura nella società contemporanea e che, di rimando, valorizza anche il territorio e tutta la cultura, di ieri e di oggi.

Il 1° luglio 2016 avrà luogo la conferenza stampa per la presentazione della cinquina degli autori finalisti, dalle ore 16.30 alle ore 18.00, presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma: Nadia Agustoni – “Lettere dalla fine” (Vydia Editore, 2015); Sonia Gentili – “Viaggio mentre morivo” (Aragno, 2015); Mariangela Gualtieri – “Le giovani parole” (Einaudi, 2015); Vivian Lamarque – “Madre d’inverno” (Mondadori, 2015) e Roberto Mussapi – “La piuma di Simorgh” (Mondadori, 2016) e, in questa stessa occasione, verranno presentati anche i premiati nelle altre sezioni del Premio. Alla luce dell’alto profilo dei finalisti, appare d’obbligo sottolineare la coraggiosa ricerca della migliore qualità di scrittura da parte della stessa giuria che ha saputo accostare fra loro nomi autorevoli, in grado così di dar vita ad una competizione ancor più interessante.

Ad introdurre la rosa dei finalisti, il direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, Andrea De Pasquale; il presidente del Premio Poesia Città di Fiumicino, Gianni Caruso; il vice sindaco del comune di Fiumicino, Anna Maria Anselmi e l’assessore alla Cultura di Fiumicino, Arcangela Galluzzo, insieme alla giornalista Daniela Cecchini, in veste di coordinatrice e moderatrice dell’evento.

Interverranno alcuni componenti della giuria tecnica, poeti e scrittori come Milo De Angelis, Fabrizio Fantoni, Luigia Sorrentino, Emanuele Trevi, oltre a Brunella Antomarini, Francesca Corrao e Dino Ignani. A comporre la giuria tecnica anche un altro fra i più raffinati ed illustri poeti contemporanei, Valentino Zeichen, al quale venne conferito il Premio alla Carriera nella precedente edizione del Premio.

Nell’ambito delle sezioni, oltre al Premio alla Carriera, già esistente, assegnato quest’anno a  Biancamaria Frabotta, sono previsti altri riconoscimenti speciali e sono molte le novità: il Premio Opera Prima, conferito a Gianluca Fùrnari per “Vangelo Elementare” (Raffaelli Editore, 2015); il Premio Poesia inedita a Francesco Guazzo con il manoscritto “Tredici poesie”. E ancora, il Premio Traduzione, al quale sarà dedicato largo spazio con una giuria tecnica specifica, composta da Brunella Antomarini e Francesca Corrao, evento piuttosto insolito per i premi letterari italiani, che ha decretato vincitore Simone Sibilio per la traduzione del libro della scrittrice palestinese Fatena al-Ghurra, “Tradire il Signore” (Cascio Editore, Lugano 2011). È previsto anche il coinvolgimento degli istituti scolastici con il Premio Studenti, per raccogliere anche le voci più immediate e spontanee degli studenti delle scuole medie e superiori del comune di Fiumicino, in collaborazione con i presidi e il personale docente, che vedrà in palio un viaggio di un week end in una città d’arte, riservato allo studente vincitore che sarà premiato dal Comitato d’Onore.

L’evento di chiusura di questa edizione del Premio Poesia Città di Fiumicino, nel quale si terrà la cerimonia di premiazione, avrà luogo sabato 2 luglio 2016 nell’affascinante Porto di Claudio, a Fiumicino. L’antico sito archeologico, avviato nella costruzione dall’imperatore Claudio nel 42 d.C. e terminato solamente nel 64 d.C. sotto Nerone, che rappresentava il fulcro dell’organizzazione portuale dell’antica Roma insieme a quelli già esistenti di Ostia e di Pozzuoli, è la cornice ideale per una serata all’insegna dell’elogio della cultura, della poesia, della ricchezza del nostro territorio e della bellezza della nostra storia passata. La serata sarà allietata da interventi musicali dei maestri Kasia Chojnacka (pianoforte) e Carmelo Iorio (sax alto) con arrangiamenti originali da J.S. Bach.

Una giuria popolare, costituita da esponenti della società civile di Fiumicino (professionisti, imprenditori, editori, istituzioni locali), esprimerà “per acclamazione” la sua preferenza per il poeta o la poetessa che sembrerà maggiormente efficace nella lettura e nella comunicazione del messaggio contenuto nella propria lirica. La serata della Festa della Poesia si concluderà con il lancio delle poesie dei finalisti dei vari Premi attaccate a decine di lanterne cinesi che illumineranno il cielo facendo volare in alto la parola poetica.

Share

Leave a Reply