Incredibile al quartiere Pigneto di Roma, Carabinieri circondati da decine di balordi dopo il fermo di due pusher. Sette gli arresti

Incredibile al quartiere Pigneto di Roma, Carabinieri circondati da decine di balordi dopo il fermo di due pusher. Sette gli arresti

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno arrestato sette cittadini del Gambia, perlopiù già noti alle forze dell’ordine, di età compresa tra i 20 ed i 31 anni, con l’accusa di concorso in oltraggio, minaccia, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale e spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri sera, i militari, in via del Pigneto, nuova isola pedonale capitolina, avevano appena bloccato due pusher del Gambia, sorpresi a cedere dosi di hashish ed eroina ad un acquirente. Improvvisamente, numerosi connazionali, circa una quarantina, tra cui molti altri spacciatori, soliti bivaccare seduti sulle panchine e sui gradini della via, hanno accerchiato i Carabinieri e, forti della superiorità numerica, hanno dato vita ad una vera e propria rivolta finalizzata a liberare i due arrestati. L’episodio, consumato tra le sedie dei locali che pullulano l’isola pedonale, ha visto dare vita a scene da guerriglia urbana quando il gruppo di extracomunitari ha iniziato ad infrangere al suolo bottiglie di birra ed ad affrontare fisicamente i militari impegnati nell’arresto, con la finalità di farli desistere dal loro servizio. La collaborazione di alcuni abitanti ed esercenti commerciali del quartiere ha distratto per pochi istanti i facinorosi e consentito ai militari, unitamente agli arrestati, di allontanarsi a bordo dell’auto di servizio e di evitare conseguenze più gravi. Le scene di protesta non si sono fermate ma hanno preso di mira i cittadini intervenuti fino a quando il tempestivo arrivo di altre pattuglie dei Carabinieri ha consentito di disperdere la folla e bloccare cinque dei violenti, quasi tutti trovati anche in possesso di dosi di hashish, pronte da spacciare. I sette stranieri arrestati sono ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del processo con rito direttissimo.

La solidarietà del Sindaco Marino: “Strategie più efficaci di contrasto allo spaccio”

“Voglio esprimere la mia piena solidarietà agli agenti dei Carabinieri, vittime di una vergognosa aggressione per aver fermato alcuni pusher al Pigneto. Siamo al lavoro con gli altri componenti del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza per mettere in campo nuove e più efficaci strategie di contrasto allo spaccio di droga in città, con particolare attenzione ai quartieri Pigneto, San Lorenzo e Trastevere. Credo sia arrivato il momento di imprimere un’accelerazione alla lotta contro lo spaccio, tornerò a chiedere con decisione alle forze dell’ordine di intensificare i controlli e le azioni di contrasto. Abbiamo inaugurato da pochi giorni la nuova isola pedonale del Pigneto, è stata pensata proprio per regalare decoro e uno spazio di socialità ai cittadini della zona e ai turisti, non si può permettere che continui ad essere preda di chi vuole compiere attività di illecite”.

Vicino ai Carabinieri aggrediti anche il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti

“Voglio esprimere la solidarietà e vicinanza ai Carabinieri aggrediti questa notte nel corso di una operazione al Pigneto. Alle Forze dell’Ordine va tutta la nostra stima e riconoscenza per lo straordinario lavoro, l’impegno e la passione che quotidianamente mettono in campo per garantire la sicurezza nella nostra comunità”. Lo dichiara in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Leodori (Consiglio Regionale del Lazio): “Tutta la nostra solidarietà agli uomini e alle donne dell’Arma”

“A nome mio e del Consiglio regionale del Lazio rivolgo la solidarietà ai carabinieri aggrediti nella notte al quartiere Pigneto nel corso di un’operazione di controllo”. Lo scrive in una nota il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Daniele Leodori. “A loro, all’Arma e alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine va tutta la nostra vicinanza ed il nostro ringraziamento per lo spirito di servizio e il prezioso lavoro che garantiscono – conclude Leodori – ogni giorno per la sicurezza dei cittadini e nel contrasto alla criminalità”.

Vicini ai Carabinieri aggrediti il Commissario Pd di Roma Orfini e quello del Municipio V Mancuso

 “Piena solidarietà ai Carabinieri che sono stati aggrediti questa notte nel corso di un’operazione al Pigneto. A loro va tutta la nostra vicinanza e il nostro ringraziamento per il prezioso lavoro che garantisce quotidianamente la sicurezza dei cittadini e un’azione costante di contrasto alla criminalità”. E’ quanto dichiarano in una nota Matteo Orfini, Deputato del Partito Democratico e Aurelio Mancuso, Commissario Pd del V Municipio di Roma Capitale.

 

 

 

 

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published.