Fiumicino, caos bagagli per protesta lavoratori di terra

Fiumicino, caos bagagli per protesta lavoratori di terra

Gestione dei bagagli completamente bloccata e centinaia di valigie e borse bloccate all’aeroporto di Fiumicino. È la conseguenza di un’agitazione degli addetti della compagnia Alitalia al Net, il sistema automatizzato di smistamento bagagli, mossi dalla solidarietà verso alcuni colleghi che, arrivati in aeroporto per il proprio turno, hanno trovato i profili aziendali bloccati. Sono infatti iniziate le procedure di licenziamento e di mobilità per i lavoratori di terra: la mobilità riguarda 994 dipendenti, di cui 879 addetti di terra, 61 piloti e 54 assistenti di volo, mentre i licenziamenti sono stati scaglionati. Alitalia ha fatto sapere che “a causa di un disguido interno sono state disattivate questa mattina le postazioni di 25 lavoratori Alitalia che soltanto domani sarebbero dovute essere disattivate”. Per i bagagli, la compagnia ha assicurato che “saranno riconsegnati” nel più breve tempo possibile, e una task force è pronta a intervenire qualora Alitalia lo ritenesse necessario. Ad agosto la protesta bloccò a terra 20 mila bagagli, restituiti dopo settimane ai rispettivi proprietari.

Share

Leave a Reply