Marò, Massimiliano Latorre è a casa

Marò, Massimiliano Latorre è a casa

Il fuciliere della Marina Massimiliano Latorre è tornato nella sua casa di Taranto dove rimarrà per quattro mesi. In questo modo avrà la possibilità di riprendersi dalla leggera ischemia che l’ha colpito lo scorso 31 agosto. Venerdì la Corte Suprema Indiana ha consentito al suo rientro in Patria proprio a causa delle sue condizioni di salute: secondo i medici Latorre ha diritto a riposare in un clima sereno, avallando la richiesta di rilascio avanzata dall’Italia. Paola Moschetti, compagna di Massimiliano, dopo il rientro del fuciliere, ha affermato: “Siamo sollevati per questo rientro a casa e siamo speranzosi che il percorso terapeutico che ha intrapreso possa condurlo ad un pieno recupero. Massimiliano ritiene che sulla sua guarigione inciderà anche la rapida e definitiva soluzione della controversia con l’India, che possa finalmente restituire la serenità a lui e Salvatore”. Anche per “questa ragione – prosegue – chiedo che nei prossimi mesi sia rispettato il nostro desiderio di assoluta privacy e discrezione. E’ tempo che Massimiliano si concentri sui suoi cari e sulla riabilitazione. Si è separato con disagio da Salvatore, verso il quale nutre intensi sentimenti di amicizia e colleganza che si sono rafforzati in questi due anni e mezzo: vi è stato costretto da ragioni mediche e avrà bisogno di riacquistare la tranquillità necessaria al suo ristabilimento”. Salvatore Girone, l’altro marò, resterà invece in India.  Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha espresso tutta la sua soddisfazione in seguito al rilascio di Latorre: “Siamo contenti che Massimiliano è tornato a casa. Dal momento della sua malattia abbiamo lavorato perché questo avvenisse. Ma noi non dimentichiamo che dobbiamo risolvere complessivamente la questione dei nostri due fucilieri di marina”.

Share
Tagged with

Leave a Reply