Antitrust, Federconsumatori: bene istruttoria su caro traghetti

Antitrust, Federconsumatori: bene istruttoria su caro traghetti

“L’estate 2020 sembra destinata ad essere particolarmente difficoltosa e turbolenta sotto il profilo dei trasporti e del turismo. Da mesi gli utenti stanno affrontando la controversa questione dei rimborsi di viaggi e vacanze inutilizzati a causa dell’emergenza sanitaria, a cui più di recente si sono aggiunti episodi – non isolati, purtroppo – di comportamenti scorretti da parte di compagnie aeree e società che gestiscono i trasporti navali, terrestri e ferroviari”. Lo sottolinea una nota di Federconsumatori.

“Dopo il caso della pratica commerciale scorretta nella vendita di biglietti Corsica Sardinia Ferries, che abbiamo segnalato all’Antitrust e all’Autorità dei Trasporti, sembra che anche la Caronte & Tourist, operante sullo Stretto di Messina, non si faccia scrupolo di agire secondo modalità non corrette a spese dei cittadini. L’AGCM ha infatti aperto un’istruttoria proprio in merito al comportamento della compagnia, per verificare l’applicazione di prezzi significativamente superiori rispetto a quelli degli altri operatori nonché di condizioni contrattuali eccessivamente onerose”, aggiunge Federconsumatori.

 “Non ci stanchiamo di ribadirlo: gli utenti non possono essere lasciati in balìa delle condotte scorrette di vettori e compagnie, che troppo spesso non esitano a lucrare sulle spalle dei cittadini neanche in un contesto critico e complesso come quello attuale, in cui i cittadini si trovano ancora in una condizione di estrema vulnerabilità. Tale comportamento, inoltre, penalizza un settore già in forte crisi come quello del turismo, importante pilastro dell’economia”, spiega l’associazione. “In attesa che l’Autorità accerti le responsabilità e, se necessario, adotti i provvedimenti opportuni, invitiamo gli utenti a rivolgersi a Federconsumatori per informazioni e assistenza, nonché per segnalare eventuali ulteriori condotte non corrette da parte della compagnia coinvolta o di altri vettori”, conclude la nota.

Share