Gli auguri della Fnsi al neo sottosegretario Andrea Martella. Un invito e un impegno ad affrontare le criticità dell’editoria nel segno della discontinuità con le politiche del precedente governo

Gli auguri della Fnsi al neo sottosegretario Andrea Martella. Un invito e un impegno ad affrontare le criticità dell’editoria nel segno della discontinuità con le politiche del precedente governo

Il segretario generale della Federazione nazionale della Stampa  Rafaele Lorusso e il presidente, Giuseppe Giulietti hanno rivolto un saluto al  neo sottosegretario all’editoria, Andrea Martella, che prende il posto di Crimi. Un saluto e un invito, o meglio una indicazione di lavoro, di impegno ad affrontare i molti problemi  che segnano la criticità dell’editoria  con la necessaria discontinuità rispetto alle iniziative del precedente governo. DI seguito il testo della lettera inviata ad Andrea Martella.

“La Federazione nazionale della Stampa italiana augura buon lavoro ad Andrea Martella, neo sottosegretario all’Editoria, nella certezza che la sua nomina segnerà l’avvio di una stagione caratterizzata da un confronto serio e costruttivo. Le criticità dell’editoria, settore che a livello globale attraversa una fase di profonda trasformazione che sta devastando il mercato del lavoro mettendo a rischio anche la sopravvivenza di numerose aziende, vanno affrontate con realismo mettendo in campo misure per sostenere il rilancio e contrastare la precarietà. È necessaria discontinuità, un approccio totalmente diverso rispetto a quello del precedente governo, viziato da un pregiudizio ideologico nei confronti dell’articolo 21 della Costituzione, che ha per questo cercato di colpire l’informazione professionale, indebolire il pluralismo con i tagli e i bavagli all’editoria più debole e meno strutturata, rendere il lavoro sempre più precario e meno garantito. Il sindacato dei giornalisti è pronto a confrontarsi con il nuovo sottosegretario portando avanti, come ha fatto con tutti i governi che si sono succeduti, la volontà di sostenere l’informazione professionale e il pluralismo, che, come più volte ricordato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sono pilastri fondamentali per la tenuta democratica del Paese, e si augura di poter avviare da subito un nuovo percorso”. Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi

Share